Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

POLITICS AND DEVELOPMENT IN AFRICA

Oggetto:

POLITICS AND DEVELOPMENT IN AFRICA

Oggetto:

Anno accademico 2020/2021

Codice dell'attività didattica
CPS0428
Docenti
Irene Bono (Titolare dell'insegnamento)
Laurent Fourchard (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studi
Master's Degree Course in Area and global studies for international cooperation
Anno
2° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
SPS/04 - scienza politica
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Inglese
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Basic knowledge of political processes and institutions in African countries
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

The course aims at analyzing the place of development practices and narratives in contemporary African societies, North and South of the Sahara.

  • First, it intends to provide theoretical and methodological instruments to analyze the interwoven sociopolitical, economic and cultural dynamics implied by development actions, emphasizing the articulations between the dynamics of the “above” and the “below”, the past and the present, the global and the local. By this approach, the course aims at making students aware of the plurality and complexity of the social processes underpinning development actions in practice.
  • Second the course will develop a critical perspective on development discourses and practices, which naturalize universal teleological representations of economic and social progress, and interpret African societies as exceptions. It will show that the institutional and expert perspectives may be fruitful objects to analyze the exercise of power. Using a historicized and comparative perspective, it will also help problematizing the changes of development policies and ideas and their effect.

Il corso si propone di analizzare il ruolo delle pratiche e delle narrative sullo sviluppo nelle società africane contemporanee, a Nord e a Sud del Sahara.

  • In primo luogo, intende fornire strumenti teorici e metodologici per analizzare l'intreccio delle dinamiche sociopolitiche, economiche e culturali implicite nelle azioni di sviluppo, sottolineando le articolazioni tra le dinamiche "top down" e "bottom up", il passato e il presente, il globale e il locale. Con questo approccio, il corso mira a rendere gli studenti consapevoli della pluralità e della complessità dei processi sociali alla base delle azioni di sviluppo nella pratica.
  • In secondo luogo il corso svilupperà una prospettiva critica sui discorsi e sulle pratiche di sviluppo, che naturalizzano le rappresentazioni teleologiche universali del progresso economico e sociale e interpretano le società africane come eccezioni. Mostrerà che le prospettive istituzionali ed esperte possono essere oggetti fruttuosi per analizzare l'esercizio del potere. Utilizzando una prospettiva storicizzata e comparativa, aiuterà anche a problematizzare i cambiamenti delle politiche e delle idee di sviluppo e il loro effetto.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

At the end of the course students are expected to:

  • be familiar with a methodological perspective combining a series of complementary tools to analyze development discourses and practices, taken from historical sociology of politics, anthropology of development, public policy analysis, international political sociology;
  • be able to critically analyze development processes, whose expertise, frameworks of thought and rationalities often generate tensions and power struggles when they are employed in real
    political contexts;
  • be capable to accurately construct analytical arguments, in a variety of written and oral formats, problematizing African political societies beyond normative representation of development and of Africa as a monolithic political space, naturally incline to underdevelopment.

Alla fine dell'insegnamento ci si aspetta che gli studenti :

  • abbiano familiarità con una prospettiva metodologica che combina una serie di strumenti complementari per analizzare i discorsi e le pratiche di sviluppo, tratti dalla sociologia storica della politica, dall'antropologia dello sviluppo, dall'analisi delle politiche pubbliche, dalla sociologia politica internazionale;
  • siano in grado di analizzare criticamente i processi di sviluppo, le cui competenze, le strutture di pensiero e le razionalità spesso generano tensioni e lotte di potere quando sono impiegate in contesti politici reali;
  • siano in grado di costruire accuratamente argomentazioni analitiche, in una varietà di formati scritti e orali, che problematizzano le società politiche africane al di là della rappresentazione normativa dello sviluppo e dell'Africa come spazio politico monolitico, naturalmente inclini al sottosviluppo.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

The course is structured in two modules of 18 hours of lessons: the first one will be given by the teacher and the second one will be given by a visiting professor. Each week is equivalent to about 6 hours of classroom activities and 19 hours of teaching activities carried out independently by the students. 

The course is organized in an integrated way: if the conditions linked to the health emergency allow it, all lessons will take place in the classroom and will be accompanied by integrative activities that will actively involve the students, who will be asked to apply and contextualize the theoretical concepts acquired in specific case studies.

The audio of the lessons, the reference bibliography and the materials for the integrative activities will be available through the Moodle platform.

L'insegnamento è strutturato in due moduli da 18 ore di lezione: il primo sarà impartito dalla docente il secondo sarà impartito da un visiting professor.Ogni settimana equivale a circa 6 ore di attività in aula e 19 ore di attività didattiche svolte autonomamente dagli studenti. 

L'insegnamento è organizzato in modalità integrata: se le condizioni legate all'emergenza sanitaria lo permetteranno tutte le lezioni si svolgeranno in aula e saranno accompagnate da attività integrative che coinvolgeranno attivamente gli studenti, ai quali sarà chiesto d applicare e contestualizzare i concetti teorici acquisiti in casi di studio specifici.

Gli audio delle lezioni, la bibliografia di riferimento e i materiali per le attività integrative saranno disponibili attraverso la piattaforma Moodle.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

The assessment will be based on three formats:

- an oral presentation from the reading list provided by the teachers. The bibliographic material will be presented and discussed to test the students' argumentative skills. The oral presentation will be evaluated with a maximum score of 10.

Attending students will make the oral presentation during a round table organised during the course, non-attendants on the day of the exam.

- A review of 1,000 words from the bibliography of one of the sessions will be made to assess the analytical skills of the students. The review will be evaluated with a maximum score of 10.

Attending students will hand the review at the end of the course, non-attendants at least one week before the date of the exam they intend to attend.

- An essay of 4,000 words to assess familiarity with the theoretical and methodological debates faced during teaching. The essay will be evaluated with a maximum score of 10.

Attending students and non-attendants will hand in the essay at least one week before the date of the exam they intend to attend. 

The evaluation of the three tests will take into consideration: the student's ability to analyze and critically examine the proposed topic through the tools acquired during teaching; the student's ability to refer to the various documents studied during teaching; the student's ability to use critically the different concepts and terminologies faced during teaching; the coherence and logic of the analysis.

The final evaluation will take place in 30/30 and will correspond to the algebraic sum of the scores obtained in the three tests.

La valutazione sarà basata su tre formati:

- una presentazione orale a partire dalla bibliografia fornita dagli insegnanti. Il materiale bibliografico verrà presentato e discusso per verificare le capacità argomentative degli studenti. La presentazione orale sarà valutata con un punteggio massimo di 10.

Gli studenti frequentanti svolgeranno la presentazione orale in una tavola rotonda organizzata durante l'insegnamento, i non frequentanti il giorno dell'appello.

- Una rassegna di 1.000 parole a partire dalla bibliografia di una delle sessioni, per valutare le capacità analitiche degli studenti. La rassegna sarà valutata con un punteggio massimo di 10.

Gli studenti frequentanti consegneranno la rassegna alla fine dell'insegnamento, i non frequentanti almeno una settimana prima dell'appello al quale intendono presentarsi.

- Un saggio di 4.000 parole per per valutare la familiarità acquisita con i dibattiti teorici e metodologici affrontati durante l'insegnamento. Il saggio sarà valutato con un punteggio massimo di 10.

Frequentanti e non frequentanti consegneranno il saggio almeno una settimana prima dell'appello al quale intendono presentarsi. 

La valutazione delle tre prove prenderà in considerazione: la capacità dello studente di analizzare ed esaminare criticamente l'argomento proposto attraverso gli strumenti acquisiti durante l'insegnamento; la capacità dello studente di riferirsi ai vari documenti studiati durante l'insegnamento; la capacità dello studente di utilizzare criticamente i diversi concetti e terminologie affrontati durante l'insegnamento; la coerenza e la logica dell'analisi.

La valutazione finale avverrà in trentesimi e corrisponderà alla somma algebrica dei punteggi ottenuti nelle tre prove.

Oggetto:

Attività di supporto

All lessons and teaching materials will be available on the Moodle platform. 

In order to understand the level of preparation of the class with regard to the topics covered, during week 1 the teacher will distribute to the students a card in which the students will indicate their Bachelor's degree course of origin, the teachings related to political phenomena, African studies and development processes supported during the first year of the master's course, and will illustrate in a few lines an issue related to development processes in Africa that has attracted their attention.

Tutte le lezioni e i materiali dell'insegnamento saranno disponibili sulla piattaforma Moodle. 

Al fine di comprendere il livello di preparazione della classe rispetto ai temi trattati, durante la settimana 1 la docente distribuirà agli studenti una scheda in cui gli studenti indicheranno il loro corso di laurea triennale di provenienza, gli insegnamenti inerenti i fenomeni politici, gli studi africani e i processi di sviluppo sostenuti durante il primo anno del percorso magistrale, e illustreranno in poche righe una questione inerente i processi di sviluppo in Africa che ha attirato la loro attenzione.

Oggetto:

Programma

First part

Exploring the multiple relations between politics and development will be the starting point of the first part of the course. We will focus in particular on how these relations are generally conceived and on how they can be critically explored. One of the starting points of this course will be that development thought should not be considered as a generic and abstract ideology but requires to be studied starting from concrete political situations. Concrete political situations in historical perspective will be approached by questioning the notions of "Africa" and "development".  Standing on a wide range of empirical examples from both Northern, Sub-Saharan and Southern Africa, political processes and development practices will be explored by outlining the core actors in these processes and the roles that they can play. Particular attention will be devoted to the process of State formation and transformation in Africa and to the interplays between national political processes and international development aid, humanitarian actions, conflict management. Particular attention will also be given to the changing conceptions of development over time. The thematic outline will be as follows:

  • Week 1: What's the matter with politics and development?
  • Week 2: Bulding-up Africa as an object of development intervention
  • Week 3: Development and African political regimes: borrowing words from the democracy discourse

Second part

Large metropolises in Africa are at the top of the development agenda. Large metropolises are often considered as chaotic cities reduced to mere shanty towns at the periphery of the world economy. They have also been portrayed as privilege sites of contestation of authoritarian regimes or conversely as spaces in which inhabitants have learnt to deal without the state to get access to basic services in various ‘informal' ways. The second part of the course will address these central issues on the respective parts of external and African dynamics in making the cities of the continent. It will look at key issues and concepts used among academics and professionals to understand the ways cities in Africa are governed throughout the continent. It will interrogate what is supposed to be the major features of urban Africa (colonial and apartheid legacies, weaknesses of local government structures, widespread poverty, prevalence of informality and violence).

Prima parte

L'esplorazione delle molteplici relazioni tra politica e sviluppo sarà il punto di partenza della prima parte del corso. Ci concentreremo in particolare su come queste relazioni sono generalmente concepite e su come possono essere esplorate criticamente. Uno dei punti di partenza di questo corso sarà che il pensiero dello sviluppo non deve essere considerato come un'ideologia generica e astratta, ma deve essere studiato attraverso le pratiche che genera in situazioni storiche specifiche. Le situazioni politiche concrete in prospettiva storica saranno affrontate mettendo in discussione le nozioni di "Africa" e di "sviluppo".  Partendo da una vasta gamma di esempi empirici dell'Africa settentrionale, subsahariana e meridionale, i processi politici e le pratiche di sviluppo saranno esplorati delineando gli attori principali di questi processi e i ruoli che possono svolgere. Particolare attenzione sarà dedicata al processo di formazione e trasformazione dello Stato in Africa e alle interazioni tra i processi politici nazionali e gli aiuti internazionali allo sviluppo, le azioni umanitarie, la gestione dei conflitti. Particolare attenzione sarà data anche alle mutevoli concezioni dello sviluppo nel tempo. Lo schema tematico sarà il seguente:

  • Settimana 1: Che cosa c'entra la politica con lo sviluppo?
  • Settimana 2: Costruire l'Africa come oggetto di intervento per lo sviluppo
  • Settimana 3: Sviluppo e regimi politici africani: prendere in prestito parole dal discorso della democrazia

Seconda parte

Le grandi metropoli in Africa sono in cima all'agenda dello sviluppo. Le grandi metropoli sono spesso considerate come città caotiche ridotte a semplici baraccopoli alla periferia dell'economia mondiale. Sono state anche dipinte come luoghi privilegiati di contestazione di regimi autoritari o, al contrario, come spazi in cui gli abitanti hanno imparato a trattare senza lo Stato per avere accesso ai servizi di base in vari modi "informali". La seconda parte del corso affronterà questi temi centrali sulle rispettive parti delle dinamiche esterne e africane nella costruzione delle città del continente. Saranno trattati temi e concetti chiave utilizzati da accademici e professionisti per comprendere il modo in cui le città in Africa sono governate in tutto il continente. Ci si interrogherà su quelle che dovrebbero essere le caratteristiche principali dell'Africa urbana (eredità coloniali e dell'apartheid, debolezze delle strutture di governo locale, povertà diffusa, prevalenza dell'informalità e della violenza), e sui processi di sviluppo ad esse connessi.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

The reading list, for both attending students and non-attendants, will consist of about 30 papers that will be provided through the Moodle platform from week to week.

Recommended readings:

  • Frederick Cooper, Africa in the World. Capitalism, Empire, Nation-State, Cambridge, Harvard University Press 2014.
  • David Anderson and David Rathbone (eds.), Africa's Urban Past, Oxford, Jame Currey, 2000.

La lista di lettura, sia per gli studenti frequentanti che per i non frequentanti, consisterà in circa 30 articoli che saranno forniti attraverso la piattaforma Moodle di settimana in settimana.

Letture consigliate:

  • Frederick Cooper, Africa in the World. Capitalism, Empire, Nation-State, Cambridge, Harvard University Press 2014.
  • David Anderson and David Rathbone (eds.), Africa's Urban Past, Oxford, Jame Currey, 2000.



Oggetto:

Note

Registration to Campusnet and to Moodle is mandatory.
 
The course will start on March 30th.
Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 05/02/2021 15:57