Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

GRUPPI DI INTERESSE E LOBBYING IN EUROPA

Oggetto:

INTEREST GROUPS AND LOBBYING IN EUROPE

Oggetto:

Anno accademico 2022/2023

Codice attività didattica
CPS0710
Docente
Prof. Andrea Pritoni (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
Corso di laurea magistrale in Scienze del governo (Classe LM-62)
Corso di laurea magistrale in Scienze internazionali (Classe LM-52)
Anno
1° anno, 2° anno
Periodo
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
9
SSD attività didattica
SPS/04 - scienza politica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Scritto
Tipologia unità didattica
corso
Prerequisiti

Gli studenti che hanno scarsa familiarità col tema dei gruppi di interesse e del lobbying sono invitati a leggere il seguente volume PRIMA dell'inizio delle lezioni:

Pritoni A. (2021), Politica e interessi. Il lobbying nelle democrazie contemporanee; Bologna: Il Mulino (tutti i capitoli).


All students who have limited familiarity with the topic of interest groups and lobbying are invited to read the following book BEFORE classes:

Pritoni A. (2021), Politica e interessi. Il lobbying nelle democrazie contemporanee; Bologna: Il Mulino (all chapters).

Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Avvisi

Cancellazione iscritti ai corsi sulla piattaforma del Dipartimento
Oggetto:

Obiettivi formativi

Il corso ha un duplice obiettivo. Innanzitutto, fornisce agli studenti gli strumenti necessari a ricostruire e analizzare il ruolo, le strategie di azione e la capacità di influenzare il processo di policy di alcuni tra i più importanti (e contraddittori) attori decisionali nelle moderne democrazie: i gruppi di interesse. Lo si farà attraverso uno sguardo comparato, con particolare attenzione a processi e dinamiche dell'Unione Europea. In secondo luogo, i concetti ed approcci studiati serviranno per focalizzare l’attenzione su ruolo ed influenza dei principali gruppi di interesse italiani, con particolare riferimento agli interessi del settore del credito e delle assicurazioni.


The class has a dual purpose. First, it provides students with the necessary tools to reconstruct and analyze the role, strategies of action and the ability to influence the policy process of some of the most important (and contradictory) decision makers in modern democracies: interest groups. This will be done through a comparative perspective, with particular attention to the processes and dynamics of the European Union. Secondly, the concepts and approaches studied will serve to focus attention on the role and influence of the main Italian interest groups, with particular reference to the interests of the credit and insurance sector.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento gli studenti saranno in grado di:

  • ricostruire e analizzare il ruolo, le strategie di azione e la capacità di influenzare il processo di policy dei gruppi di interesse, sia in riferimento al caso italiano, sia seguendo un approccio comparato;
  • comprendere le modalità attraverso le quali attori politici e attori sociali interagiscono nella strutturazione, formulazione e implementazione delle decisioni pubbliche;
  • avere una più approfondita conoscenza del processo decisionale, dei suoi protagonisti e delle sue caratteristiche, così da valutarne criticamente la qualità, anche e soprattutto in chiave comparata.


At the end of teaching the students will be able to:

  • reconstruct and analyze the role, strategies of action and the ability to influence the policy process of interest groups, both in relation to the Italian case and following a comparative perspective;
  • understand the ways in which political and social actors interact in the structuring, formulation and implementation of public decisions;
  • have a deeper knowledge of the decision-making process, its protagonists and its characteristics, in order to critically assess its quality, also and above all in a comparative perspective.


Oggetto:

Programma

Il corso presenta i molteplici aspetti teorici e concettuali propri dell'analisi comparata dei gruppi di interesse e del lobbying. Più nel dettaglio, la prima parte del corso ha lo scopo di fornire un’introduzione allo studio dei gruppi di interesse nelle democrazie occidentali contemporanee. Da questo punto di vista, i temi principali saranno l’analisi delle risorse organizzative e delle strategie di lobbying; l’accesso alle sedi istituzionali; l’influenza sul processo di policy; il rapporto con i partiti politici. Le varie letture proposte affronteranno i temi suddetti in prospettiva comparata, con particolare attenzione al livello europeo. La seconda parte, invece, di taglio maggiormente applicativo, sfrutta le conoscenze acquisite per interpretare e spiegare ruolo ed influenza dei più importanti gruppi di interesse italiani nel passaggio tra Prima e Seconda Repubblica, con un ulteriore focus sugli interessi del settore del credito e delle assicurazioni.


The class presents the multifaceted theoretical and conceptual aspects of comparative analysis of interest groups and lobbying. More in detail, the first part of the course aims to provide an introduction to the study of interest groups in contemporary Western democracies. From this point of view, the main topics will be the analysis of organizational resources and lobbying strategies; access to institutional venues; influence on the policy process; the relationship with political parties. The various readings proposed will address these issues in a comparative perspective, with particular attention to the European level. The second part, on the other hand, which is more applicative, exploits the knowledge acquired to interpret and explain the role and influence of the most important Italian interest groups in the transition between the First and Second Italian Republic, with an additional focus on the interests of the credit and insurance sector.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Dal punto di vista delle modalità didattiche, l'insegnamento è articolato in tre parti. La prima parte (6 ore) – di introduzione allo studio dei gruppi di interesse e del lobbying – si sviluppa secondo la modalità tradizionale della lezione frontale (anche se questa modalità viene alleggerita dal continuo coinvolgimento degli studenti nel discutere i casi empirici che vengono avanzati per esemplificare i concetti teorici). La seconda parte (18 ore) – condotta secondo una modalità maggiormente seminariale – si focalizza invece sulla più recente letteratura riguardante i gruppi di interesse, affrontandone i temi principali (risorse organizzative, tattiche e strategie di lobbying, accesso alle sedi decisionali, rapporti con i partiti, influenza nel processo di policy). Gli studenti sono chiamati a prepararsi sulle letture oggetto di lezione in anticipo, così da presentarle in prima persona e poi discuterne in aula. Anche la terza parte (21 ore) seguirà una modalità seminariale e si concentrerà sulla discussione in aula delle letture di riferimento, focalizzate sul sistema degli interessi italiano in prospettiva comparata. Si prevedono due lezioni (6 ore) da dedicare allo svolgimento di prove di esonero per studenti frequentanti: la prima a seguito delle prime 27 ore di lezione; la seconda in chiusura di corso.


As for teaching methods, teaching is divided into three parts. The first part (6 hours) – which introduces students to the study of interest groups and lobbying – is developed according to the traditional mode of the frontal lesson (although this mode is lightened by the continuous involvement of students in discussing the empirical cases that are advanced to exemplify theoretical concepts). The second part (18 hours) – conducted in a more seminar-like manner – focuses on the literature concerning interest groups, addressing their main topics (organizational resources, tactics and lobbying strategies, access to decision making, relations with parties, influence in the policy process). Students are asked to prepare for the lectures in advance, so that they can present them in person and then discuss them in the classroom. The third part (21 hours) will also follow a seminar mode and will focus on classroom discussion of the reference readings, focusing on the Italian interest system in a comparative perspective. There will be two lessons (6 hours) to be dedicated to tests for students attending: the first after the first 27 hours of lessons; the second at the end of the class.


Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Per gli studenti frequentanti:

  • 75% sulla base di due prove scritte (10 domande a risposta multipla e 4 domande a risposta aperta) da sostenere in 60 minuti a metà e alla fine del corso;
  • 25% sulla base della partecipazione attiva alle lezioni (presentazioni e discussione) – di taglio seminariale – della seconda e terza parte del corso.

Per gli studenti non frequentanti:

  • 100% sulla base di una prova scritta (10 domande a risposta multipla e 4 domande a risposta aperta), da sostenersi in uno degli appelli di esame, avente quale oggetto di discussione l’intero programma del corso.


International and Erasmus students may prepare for examinations and take them in English.

For attending students:

  • 75% on the basis of two written tests (10 multiple-choice and 4 open-ended questions) to be taken in 60 minutes in the middle and at the end of the course;
  • 25% on the basis of active participation in the lectures (presentations and discussion) - of a seminar type - of the second and third part of the course.

For non-attending students:

  • 100% on the basis of an written test (10 multiple-choice and 4 open-ended questions), to be taken in one of the exam appeals, with the entire course programme as the subject of discussion.


Oggetto:

Attività di supporto

Le lezioni saranno integrate da presentazioni con PowerPoint e seminari tenuti da lobbisti.


Classes will be complemented by PowerPoint presentations and seminars held by lobbyists.


Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Prima parte: gruppi di interesse nelle democrazie occidentali contemporanee

  • Allern E.H. & T. Bale (2012a), ‘Political parties and interest groups: Disentangling complex relationships’, Party Politics, 18(1): 7-25.
  • Beyers J. & B. Kerremans (2012), ‘Domestic Embeddedness and the Dynamics of Multilevel Venue Shopping in Four EU Member States’, Governance, 25(2): 263-290.
  • Binderkrantz A.S., P.M. Christiansen & H.H. Pedersen (2015), ‘Interest Group Access to the Bureaucracy, Parliament, and the Media’, Governance, 28(1): 95-112.
  • Dür A. & G. Mateo (2014), ‘Public opinion and interest group influence: how citizen groups derailed the Anti-Counterfeiting Trade Agreement’, Journal of European Public Policy, 21(8): 1199-1217.
  • Fraussen B., J. Beyers & T. Donas (2015), ‘The Expanding Core and Varying Degrees of Insiderness: Institutionalised Interest Group Access to Advisory Councils’, Political Studies, 63: 569-588.
  • Klüver H., C. Braun e J. Beyers (2015), ‘Legislative lobbying in context: towards a conceptual framework of interest group lobbying in the European Union’, Journal of European Public Policy, 22(4): 447-461.
  • Lowery D. e V. Gray (1995), ‘The Population Ecology of Gucci Gulch, or the Natural Regulation of Interest Group Numbers in the American States’, American Journal of Political Science, 39(1): 1-29.

Seconda parte: gruppi di interesse nel caso italiano

  • Pritoni A. (2015), Poteri forti? Banche e assicurazioni nel sistema politico italiano; Bologna: Il Mulino (capitoli 1, 3, 4, 5).
  • Pritoni A. (2017), Lobby d’Italia. Il sistema degli interessi tra Prima e Seconda Repubblica; Roma: Carocci (tutti i capitoli).

First part: interest groups in contemporary Western democracies

  • Allern E.H. & T. Bale (2012a), ‘Political parties and interest groups: Disentangling complex relationships’, Party Politics, 18(1): 7-25.
  • Beyers J. & B. Kerremans (2012), ‘Domestic Embeddedness and the Dynamics of Multilevel Venue Shopping in Four EU Member States’, Governance, 25(2): 263-290.
  • Binderkrantz A.S., P.M. Christiansen & H.H. Pedersen (2015), ‘Interest Group Access to the Bureaucracy, Parliament, and the Media’, Governance, 28(1): 95-112.
  • Dür A. & G. Mateo (2014), ‘Public opinion and interest group influence: how citizen groups derailed the Anti-Counterfeiting Trade Agreement’, Journal of European Public Policy, 21(8): 1199-1217.
  • Fraussen B., J. Beyers & T. Donas (2015), ‘The Expanding Core and Varying Degrees of Insiderness: Institutionalised Interest Group Access to Advisory Councils’, Political Studies, 63: 569-588.
  • Klüver H., C. Braun & J. Beyers (2015), ‘Legislative lobbying in context: towards a conceptual framework of interest group lobbying in the European Union’, Journal of European Public Policy, 22(4): 447-461.
  • Lowery D. & V. Gray (1995), ‘The Population Ecology of Gucci Gulch, or the Natural Regulation of Interest Group Numbers in the American States’, American Journal of Political Science, 39(1): 1-29.

Second part: interest groups in Italy

  • Pritoni A. (2015), Poteri forti? Banche e assicurazioni nel sistema politico italiano; Bologna: Il Mulino (chapters 1, 3, 4, 5).
  • Pritoni A. (2017), Lobby d’Italia. Il sistema degli interessi tra Prima e Seconda Repubblica; Roma: Carocci (all chapters).



Oggetto:

Note

Le lezioni si terranno nel secondo semestre, il giovedì e il venerdì tra le 12 e le 15, sempre in aula alla presenza degli studenti (compatibilmente con le disposizioni di legge in materia).


Classes will be held in the second semester, on Thursday and Friday between 12 a.m. and 3 p.m., always with students present (compatibly with relevant law provisions).


Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    05/07/2021 alle ore 08:00
    Chiusura registrazione
    11/09/2022 alle ore 23:55
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 01/07/2022 11:25