Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

ANTROPOLOGIA DELLE SOCIETA' COMPLESSE

Oggetto:

ANTHROPOLOGY OF COMPLEX SOCIETIES

Oggetto:

Anno accademico 2017/2018

Codice dell'attività didattica
CPS0113
Docente
Piero Paolo VIAZZO (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studi
Corso di laurea triennale in Comunicazione interculturale (Classe L-20)
Anno
3° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Affine/Integrativa
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
M-DEA/01 - discipline demoetnoantropologiche
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti

L’insegnamento potrà essere seguito più facilmente se lo studente già possiede conoscenze etno-antropologiche di base. Questo non costituisce tuttavia un prerequisito assoluto, dal momento che il modulo è essenzialmente autonomo e autosufficiente.

The course will be easier to follow for students who have acquired some previous knowledge of socio-cultural anthropology from introductory courses. However, this is no absolute requirement, as this module is designed to be essentially self-contained.

Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

  • L’insegnamento si propone di fornire conoscenze teoriche e metodologiche piuttosto avanzate connesse agli sviluppi più recenti dell’antropologia socio-culturale, necessarie per affrontare in prospettiva antropologica un’ampia gamma di temi di grande attualità, dalle migrazioni contemporanee al neoliberismo.
  • Più specificamente, gli obiettivi dell’insegnamento sono:
     a) seguire l’evoluzione dello studio antropologico delle società complesse dalle origini fino alle tendenze più recenti;
     b) mettere in rilievo le specificità degli approcci antropologici rispetto a quelli di altre discipline che si occupano di società complesse;
     c) individuare i metodi e gli strumenti concettuali distintivi dello studio antropologico delle società complesse tramite l’analisi di monografie etnografiche.

  • The purpose of the course is to provide fairly advanced theoretical and methodological knowledge related to the most recent developments in socio-cultural anthropology and necessary to tackle from an anthropological vantage point a wide range of highly topical issues, from contemporary migrations to neoliberalism.
  • More specifically, the aims of the course are:
    a) to follow the evolution of the anthropological study of complex societies from its origins up to its most recent developments;
    b) to single out the specificity of anthropological approaches vis-à-vis those of other disciplines that engage in the study of complex societies;
    c) to identify the distinctive methods and conceptual tools of the anthropological study of complex societies through the analysis of ethnographic monographs.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

  • Soprattutto attraverso l’analisi di monografie etnografiche e di studi di caso, l’insegnamento fornisce conoscenze e competenze teorico-metodologiche supplementari rispetto a quelle sviluppate  dall’antropologia socio-culturale nello studio delle cosiddette “società semplici” e prepara gli studenti allo studio della complessità culturale.
  • L’insegnamento consente anche agli studenti di ampliare l’orizzonte delle proprie conoscenze etnologiche concentrandosi su aree quali la regione alpina e il mondo mediterraneo e dando forte rilievo agli studi in contesti urbani.

  • Mainly through the analysis of ethnographic monographs and case-studies, this course provides students with theoretical tools and methodological skills which supplement the ones developed by socio-cultural anthropology in the study of so-called “simple societies”, thus increasing their proficiency in the study of cultural complexity.
  • The course also enables students to broaden their ethnological horizons by focusing on such areas as the Alpine region and the Mediterranean world and paying special attention to urban studies.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali

Whole class teaching

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • L’esame sarà orale e mirerà a verificare non solo il grado di apprendimento delle conoscenze teorico-metodologiche e etnologiche fornite dal corso, ma anche a valutare le capacità critiche con cui è stata affrontata la lettura dei testi suggeriti per l’esame e il grado di maturazione della sensibilità antropologica richiesta nell’analisi della complessità culturale.
  • Sono previsti programmi differenziati a seconda che gli studenti siano frequentanti o non frequentanti.

  • The exam will be oral: in addition to assessing the extent to which knowledge – ethnological as well as theoretical and methodological – has been successfully acquired, it will also serve to evaluate the student’s critical ability in reading the texts suggested for the exam and gauge the mastery of the anthropological skills required for the analysis of cultural complexity.
  • Differential programmes have been devised for students who will attend the course and for those who will be unable to do so.

Oggetto:

Programma

Argomenti trattati:
• Origini, sviluppi e tendenze attuali dell’antropologia delle società complesse.
• Studi antropologici in Europa e in area mediterranea.
• Gli inizi dell’antropologia urbana: le scuole di Chicago e di Manchester.
• Studi recenti di antropologia urbana.
• Lo studio antropologico della mobilità e delle migrazioni.
• Prospettive antropologiche sul neoliberismo.

Topics:
• Origins, development and current tendencies of the social anthropology of complex societies.
• Anthropological studies of Europe and the Mediterranean area.
• The beginnings of urban anthropology: the Chicago and Manchester schools.
• Recent research in urban anthropology.
• The anthropological study of mobility and migration.
• Anthropological perspectives on neo-liberalism.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Sono previsti programmi differenziati a seconda che gli studenti siano frequentanti o non frequentanti.

 A)   Programma d’esame per i frequentanti:

1. Conoscenza di quanto esposto a lezione (appunti delle lezioni);
2. Lettura di un testo di carattere generale a scelta tra i seguenti:

  • C. Capello, P. Cingolani, F. Vietti, Etnografia delle migrazioni, Roma, Carocci, 2014.
  • U. Hannerz, Esplorare la città. Antropologia della vita urbana, Bologna, Il Mulino, 2001.
  • A. Sobrero, Antropologia della città, Roma, Carocci, 1997.
  • P.P. Viazzo, Comunità alpine. Ambiente, popolazione, struttura sociale nelle Alpi dal XVI secolo ad oggi, Roma, Carocci, 2001.

3. Lettura di un volume a scelta tra i seguenti:

  • M. Aime, Fuori dal tunnel. Viaggio antropologico nel val di Susa, Milano, Meltemi, 2016.
  • S. Allovio (a cura di), Antropologi in città, Milano, Edizioni Unicopli, 2011.
  • D. Basile, Le vie sbagliate. Giovani e vita di strada nella Torino della grande migrazione interna, Milano, Edizioni Unicopli, 2014.
  • A. Blok, La mafia di un villaggio siciliano, 1860-1960, Torino, Edizioni di Comunità, 2000.
  • L. Bonato, P.P. Viazzo (a cura di), Antropologia e beni culturali nelle Alpi, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2013.
  • C. Capello, Le prigioni invisibili. Etnografia multisituata della migrazione marocchina, Milano, Angeli, 2008.
  • G. Fassio, “L’Italia non basterebbe”. Migrazioni e presenza italiana a Grenoble dal dopoguerra ad oggi, Roma, CISU, 2014.
  • J. González Díez, S. Pratesi, A.C. Vargas (a cura di), (In)Sicurezze. Sguardi sul mondo neoliberale, Roma, Novalogos, 2014.
  • G. Mascadri, I nuovi pellegrini delle Alpi, Torino, Meti, 2016. 
  • A. Membretti, I. Kofler, P.P. Viazzo (a cura di), Per forza o per scelta. L'immigrazione straniera nelle Alpi e negli Appennini, Roma, Aracne, 2017.
  • H.G. Rosenberg, Un mondo negoziato. Tre secoli di trasformazione in una comunità alpina del Queyras, Roma, Carocci, 2000.
  • P. Sacchi, P.P. Viazzo (a cura di), Più di un Sud. Studi antropologici sull’immigrazione a Torino, Milano, Angeli, 2003.
  • L. Urru, Il fantasma tra i ciliegi. Topografie di primavera a Tokyo, Napoli, Liguori, 2007.
  • L. Wacquant, I reietti della città. Una sociologia comparata della marginalità avanzata, Pisa, Edizioni ETS, 2016.
  • R.C. Zanini, Salutami il Sasso. Dinamiche della popolazione e della memoria in una comunità alpina di confine, Milan, Angeli, 2015.

 B)   Gli studenti non frequentanti dovranno portare all’esame, in sostituzione degli appunti del corso, un altro volume tra quelli elencati sopra al punto 3.

 Elenchi di testi consigliati per approfondimenti su argomenti specifici verranno forniti durante le lezioni e resi disponibili in linea.

Differential programmes have been devised for students who will attend the course and for those who will be unable to do so.

 A) For the exam the students who will be able to attend the course of lectures will have to demonstrate knowledge and understanding of:

1. The course content (notes from the lectures).
2. One general volume selected among the following:

  • C. Capello, P. Cingolani, F. Vietti, Etnografia delle migrazioni, Rome, Carocci, 2014.
  • U. Hannerz, Exploring the City. Inquiries toward an Urban Anthropology, New York, Columbia University Press, 1980.
  • A. Sobrero, Antropologia della città, Rome, Carocci, 1997.
  • P.P. Viazzo, Upland Communities. Environment, Population and Social Structure in the Alps since the Sixteenth Century, Cambridge, Cambridge University Press, 1989.

3. One volume selected among the following:

  • M. Aime, Fuori dal tunnel. Viaggio antropologico nel val di Susa, Milano, Meltemi, 2016.
  • S. Allovio (ed.), Antropologi in città, Milan, Edizioni Unicopli, 2011.
  • D. Basile, Le vie sbagliate. Giovani e vita di strada nella Torino della grande migrazione interna, Milano, Edizioni Unicopli, 2014.
  • Blok, The Mafia of a Sicilian village, 1860-1960 A Study of Violent Peasant Entrepreneurs, Oxford, Blackwell, 1974.
  • L. Bonato, P.P. Viazzo (eds.), Antropologia e beni culturali nelle Alpi, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2013.
  • C. Capello, Le prigioni invisibili. Etnografia multisituata della migrazione marocchina, Milan, Angeli, 2008.
  • G. Fassio, “L’Italia non basterebbe”. Migrazioni e presenza italiana a Grenoble dal dopoguerra ad oggi, Roma, CISU, 2014.
  • J. González Díez, S. Pratesi, A.C. Vargas (eds.), (In)Sicurezze. Sguardi sul mondo neoliberale, Rome, Novalogos, 2014.
  • G. Mascadri, I nuovi pellegrini delle Alpi, Torino, Meti, 2016.
  • A. Membretti, I. Kofler, P.P. Viazzo (eds.), Per forza o per scelta. L'immigrazione straniera nelle Alpi e negli Appennini, Roma, Aracne, 2017.
  • H.G. Rosenberg, A Negotiated World. Three Centuries of Change in a French Alpine Community, Toronto, Toronto University Press, 1988.
  • P. Sacchi, P.P. Viazzo (eds.), Più di un Sud. Studi antropologici sull’immigrazione a Torino, Milan, Angeli, 2003.
  • L. Urru, Il fantasma tra i ciliegi. Topografie di primavera a Tokyo, Naples, Liguori, 2007.
  • L. Wacquant, Urban Outcasts. A Comparative Sociology of Advanced Marginality, Cambridge, Polity Press, 2008.
  • R.C. Zanini, Salutami il Sasso. Dinamiche della popolazione e della memoria in una comunità alpina di confine, Milan, Angeli, 2015.

 B) Students unable to attend the course will be expected to study, instead of the notes from the lectures, another volume selected among those listed immediately above.

 NB: Reading lists on specific topics will be provided during the course and made available on line.

 

Oggetto:

Orario lezioni

GiorniOreAula
Lunedì12:00 - 14:00Aula B3 - Massimo Roccella Campus Luigi Einaudi - CLE
Martedì12:00 - 14:00Aula B3 - Massimo Roccella Campus Luigi Einaudi - CLE
Mercoledì12:00 - 14:00Aula B3 - Massimo Roccella Campus Luigi Einaudi - CLE

Lezioni: dal 16/04/2018 al 29/05/2018

Oggetto:

Note

  • L’insegnamento si rivolge in primo luogo agli studenti di Comunicazione interculturale, ma è aperto agli studenti di tutti gli altri corsi di laurea.
  • Per gli studenti Erasmus è prevista la possibilità di studiare su testi e sostenere l’esame finale in inglese o francese.

  • This course is intended primarily for students of Cross-cultural communication, but all students from other degree courses are welcome.
  • International and Erasmus students may prepare for examinations and take them in English or French. Specific reading lists consisting of books and articles in English will be made available on request from the teacher.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 21/09/2017 11:03
Location: https://www.didattica-cps.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!