Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

GEOGRAFIA APPLICATA E COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

Oggetto:

APPLIED GEOGRAPHY AND DEVELOPMENT AID

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
SCP0176
Docenti
Elisa Bignante (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
Corso di laurea magistrale in Scienze internazionali (Classe LM-52)
Anno
2° anno
Tipologia
Affine/Integrativa
Crediti/Valenza
9
SSD attività didattica
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti

Per superare con profitto il corso di Geografia applicata e cooperazione allo sviluppo è opportuno possedere le nozioni di base sui temi della cooperazione allo sviluppo (in particolare: origini, tendenze, politiche della cooperazione allo sviluppo; attori e approcci nella cooperazione allo sviluppo; monitoraggio e valutazione della cooperazione allo sviluppo).
Nel programma di Geografia applicata e cooperazione allo sviluppo si danno per acquisite le conoscenze di base sulla cooperazione allo sviluppo. Qualora lo studente non fosse in possesso di tali conoscenze è possibile colmare le lacune tramite la lettura, a scelta, di uno o più dei seguenti testi (caldamente consigliati per una miglior comprensione dei temi affrontati nell’insegnamento ma che non costituiscono oggetto di verifica in sede d’esame):

- Grandi S., Sviluppo, geografia e cooperazione internazionale. Teorie, politiche e mappamondi, La Mandragora Editrice, 2013
- Bini V., La cooperazione allo sviluppo in Africa. Teorie, politiche, pratiche, Mimesis edizioni, 2016.
Per approfondire ulteriormente le proprie conoscenze:
- Ianni V. (a cura di), “Dizionario della cooperazione internazionale allo sviluppo. Una mappa per orientarsi nei rapporti Nord-Sud”, Carocci, Roma, 2011.
- Tommasoli M., "Politiche di cooperazione internazionale. Analisi e valutazione", Carocci Editore, Roma, 2013
- Zupi M., “Disuguaglianze in via di sviluppo”, Carocci Editore, Roma, 2013.


Students should hold basic knowledge on development aid issues (in particular: origins, trends, and policies of development aid; actors and approaches in development aid; and monitoring and evaluation of development aid).
In order to understand the topics presented in the course it is necessary to hold basic knowledge on development cooperation issues. Students who don’t hold this knowledge can read one or more than one of the following texts (reading these texts is highly recommended for a better understanding of the issues addressed in the course but these texts are not part of the examination material):
- Grandi S., Sviluppo, geografia e cooperazione internazionale. Teorie, politiche e mappamondi, La Mandragora Editrice, 2013
- Bini V., La cooperazione allo sviluppo in Africa. Teorie, politiche, pratiche, Mimesis edizioni, 2016.
More texts to further deepen students’ knowledge are:
- Ianni V. (a cura di), “Dizionario della cooperazione internazionale allo sviluppo. Una mappa per orientarsi nei rapporti Nord-Sud”, Carocci, Roma, 2011.
- Tommasoli M., "Politiche di cooperazione internazionale. Analisi e valutazione", Carocci Editore, Roma, 2013
- Zupi M., “Disuguaglianze in via di sviluppo”, Carocci Editore, Roma, 2013.

Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento si propone di favorire la comprensione di logiche, dinamiche e problemi della cooperazione allo sviluppo in una prospettiva geografica. L'obiettivo è di contribuire all'analisi e interpretazione dei complessi fenomeni che caratterizzano il sistema internazionale contemporaneo - tema al centro del progetto formativo del Corso di laurea magistrale in Scienze internazionali - con riferimento al sistema internazionale degli aiuti.  

Le profonde trasformazioni che caratterizzano il sistema internazionale contemporaneo si riverberano in maniera incisiva sulle logiche e sui caratteri degli interventi della cooperazione internazionale: emergono nuovi attori (i cosiddetti "new donors", le imprese, ecc.) che portano con sé nuove logiche e priorità e portano a un parziale ripensamento delle logiche e degli orientamenti del sistema internazionale degli aiuti. L'insegnamento intende fornire le chiavi di lettura teoriche e gli strumenti metodologici per comprendere tali trasformazioni analizzandole in una prospettiva transcalare attenta tanto alle dinamiche del locale quanto ai flussi e alle relazioni globali.  

 


Aim of the course is understanding the logics, dynamics and problems of development aid in a geographical perspective. The course aims at contributing to the analysis and interpretation of the complex phenomena which characterize the contemporary international system - theme which is central to the Master's degree in International Sciences - with reference to the international aid system.

The profound transformations which characterize the contemporary international system reverberate on development aid policies: New actors emerge (the so-called "new donors") which bring new priorities and lead to a partial rethinking of the logics and priorities of the international aid system. The course intends to provide students with the theoretical frameworks and methodological tools to understand these transformations, analyzing them in a local and global perspective. 


Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Le studentesse e gli studenti dovranno essere in grado di:

- identificare attori, flussi, politiche, interventi e dinamiche della cooperazione internazionale comprendendo le logiche che li guidano, i metodi/strumenti che adottano, le trasformazioni territoriali che inducono, gli impatti che generano;

- applicare le conoscenze apprese in contesti di ricerca e programmazione di interventi nel Sud globale; gestire attività di lavoro in gruppo ed essere in grado di analizzare temi e problemi che caratterizzano la cooperazione allo sviluppo da più punti di vista, cercando soluzioni alternative e originali;

- sviluppare un discorso autonomo nell'argomentazione e interpretazione critica dei concetti di sviluppo, cooperazione allo sviluppo, ricerca geografica nel Sud globale. Analizzare, interpretare e presentare criticamente, in forma scritta e orale, dati, documenti e articoli scientifici che affrontano temi e questioni sullo sviluppo e sulla cooperazione allo sviluppo.

- essere in grado di trasferire e utilizzare le differenti competenze trasversali sviluppate (autonomia di giudizio, lavoro di gruppo orientato al risultato, comunicazione scritta e orale) nei contesti professionali in cui ci si troveranno ad operare.


At the end of the course students will be able to:

- identify actors, flows, policies, interventions and dynamics of development aid, including the logics which drive them, the methods they adopt, the territorial transformations they induce, the impacts they generate;

- apply the knowledge acquired in research contexts and programming of interventions in the global South; carry on group work being able to analyze development aid problems from multiple points of view, seeking alternative and original solutions;

- develop an autonomous discourse in the argumentation and critical interpretation of the concepts of development, development aid, and geographical research in the global South. Analyze, interpret and critically present data, documents and scientific articles dealing with issues of development and development aid;

- be able to use the different cross-competencies which students will have developed (autonomy in judgment, result oriented work, written and oral communication) in the professional contexts in which they will be operating.

 


Oggetto:

Programma

L'insegnamento approfondirà questioni chiave e dibattiti sul ruolo, sui caratteri e sugli approcci della cooperazione allo sviluppo e della ricerca nel Sud globale. In estrema sintesi, i principali temi trattati includeranno:

Parte 1

- Teorie e approcci della cooperazione internazionale

- Attori. logiche e scale d'intervento 

- Temi e dibattiti in International Development

- Pratiche e analisi di casi studio di interventi di cooperazione internazionale alle diverse scale

Parte 2

-          In gruppo, analisi di un progetto di cooperazione allo sviluppo (a partire da documenti progettuali messi a disposizione dalla docente e dalla presentazione in aula del progetto da parte di esperti ed esperte del mondo della cooperazione). Verrà prodotta una relazione scritta in cui il progetto sarà analizzato (sulla base di una griglia che verrà presentata a lezione) e discusso in aula nel corso di una presentazione orale.  

 

The course will explore key issues and debates on the role and approaches of development aid and of research and fieldwork in development. In a nutshell, the main topics will include:

 

Part 1

- Theories and Approaches in International Development

- International Development Actors 

- Issues in International Development

- Practice in International Development 

Part 2

Divided into groups students will analyze a development aid project (project documents will be provided by the teacher and projects will be presented in class by aid workers). Students will produce a written report in which they will analyze the project (based on a grid that will be presented in class). Students will also discuss the project during an oral presentation.


Oggetto:

Modalità di insegnamento

Le modalità di insegnamento sono orientate a favorire la partecipazione e il coinvolgimento attivo di chi frequenta. Accanto a lezioni 'frontali' tese a presentare e problematizzare i concetti di base sono previste lezioni seminariali in cui temi e problemi verranno discussi in aula, giochi di ruolo, la visione e discussione di film-documentari, lavori di gruppo con esposizione in aula, seminari e interventi di esperti/e che presenteranno la propria esperienza nella pianificazione, analisi e valutazione di interventi di cooperazione allo sviluppo. In generale, si cercherà di stimolare il più possibile il dibattito in aula e la partecipazione attiva di studenti e studentesse nell'esporre le proprie argomentazioni, nell'ottica di rafforzare le competenze trasversali indicate nei Risultati di apprendimento attesi.

Tutte le attività saranno condotte con l'ausilio di strumenti utili a favorire l'autovalutazione degli studenti e delle studentesse in funzione del rafforzamento delle competenze trasversali indicate nei Risultati di apprendimento attesi.

 

Le modalità di insegnamento illustrate richiedono, da parte dei frequentanti, una partecipazione costante alle lezioni.

 


Teaching methods are designed to encourage students' participation and active engagement. The course includes both lectures which present and problematize the basic concepts of development aid and seminars in which students will discuss issues and problems of international aid. Role plays, discussions of film-documentaries, teamwork activities, seminars and interventions of external experts who will present their experience in the development aid field will also be provided. In general, the aim is to stimulate the debate as much as possible in order to reinforce the transversal competences highlighted in "Risultati dell'apprendimento attesi/ Expected learning outcomes".

All activities will be carried out in order to encourage students' self-evaluation and to reinforce the transversal skills indicated in the "Risultati dell'apprendimento attesi /Expected learning outcomes".

The illustrated teaching methods require frequent attendance by the students.

 


Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

STUDENTI E STUDENTESSE NON FREQUENTANTI

La verifica finale consisterà in un esame scritto in cui verrà richiesto di rispondere a tre domande aperte (a ciascuna domande verrà attribuito un punteggio massimo di 10 punti per un totale di 30 punti). Il testo da studiare per l'esame è "Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016" (per una distinzione tra programmi 9 e 6 CFU consultare la sezione "Testi consigliati e bibliografia"). Nelle risposte è richiesto di dimostrare una conoscenza approfondita e critica della questione trattata. Le domande saranno tese sia a verificare la conoscenza dei temi e dei concetti approfonditi nel libro di testo sia a valutare e incentivare la capacità di elaborare interpretazioni proprie e originali, di formulare esempi, di utilizzare i concetti acquisiti per la costruzione di argomentazioni critiche.

 

STUDENTI E STUDENTESSE FREQUENTANTI: 

La verifica finale consisterà in un esame scritto in cui verrà richiesto di rispondere a tre domande aperte (a ciascuna domande verrà attribuito un punteggio massimo di 10 punti per un totale di 30 punti). La verifica finale si baserà sugli appunti del corso e sul materiale integrativo fornito a lezione. Nelle risposte è richiesto di dimostrare una conoscenza approfondita e critica della questione trattata. Le domande saranno tese sia a verificare la conoscenza dei temi e dei concetti approfonditi nell'insegnamento sia a valutare e incentivare la capacità di elaborare interpretazioni proprie e originali, di formulare esempi, di utilizzare i concetti acquisiti per la costruzione di argomentazioni critiche.

Studentesse e studenti frequentanti saranno inoltre invitati ad elaborare, divisi in gruppo, una relazione in cui analizzeranno e interpreteranno criticamente un progetto di cooperazione allo sviluppo presentato in aula da esponenti del mondo della cooperazione allo sviluppo. L'analisi sarà condotta sulla base di una griglia di lettura presentata in aula e sarà effettuata sulla base dell'esame di documenti e materiali forniti per ciascun progetto. Oltre a produrre una relazione scritta ogni gruppo dovrà presentare oralmente la propria analisi e discuterla con docente e colleghi/e. La relazione riceverà una valutazione di gruppo (con un massimo di trenta punti). La valutazione di gruppo sarà unica, gli studenti dovranno lavorare insieme e non verrà estrapolato il contributo individuale del singolo. La valutazione della relazione di gruppo farà media con la valutazione dell'esame scritto (con arrotondamento per eccesso in caso di media aritmetica pari a .5).

International and Erasmus students may prepare for examinations and take them in English.

 


NON ATTENDING STUDENTS

The final test will consist, for non-attending students, in a written examination based on the textbook "Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016" (for distinction between 6 and 9 CFU see the section "Testi consigliati e bibliografia"). Students will be asked to answer to three essay questions (ten points for each question). In answering to the three questions, the student must demonstrate a thorough and critical knowledge on the topic. The questions will be aimed at verifying the comprehension of the themes and concepts explored in the textbook and to assess and promote students' capacity to analyze, interpret and creatively discuss concepts.

ATTENDING STUDENTS:

The final test will consist, for attending students, in a written examination based on lecture notes and other material provided by the teacher. Students will be asked to answer to three essay questions (ten points for each question). In answering to the three questions, the student must demonstrate a thorough and critical knowledge on the topic. The questions will be aimed at verifying the comprehension of the themes and concepts explored during the course and to assess and promote students' capacity to analyze, interpret and creatively discuss concepts. Attending students will also be invited to elaborate, grouped together, a report in which they will critically analyze and interpret a development aid project presented by aid workers. The analysis will be conducted on the basis of a reading grid presented by the teacher and will be based on the analysis of documents and materials provided for each project. In addition to producing a written report each group will have to present their analysis orally and discuss it with the teacher and colleagues. The report will receive a group evaluation (maximum 30 points). Students will have to work together, the individual contribution  will not be extrapolated. The evaluation of the group report will average with the evaluation of the written exam (with rounding up if the arithmetic mean is equal to .5).

International and Erasmus students may prepare for examinations and take them in English.

 


Oggetto:

Attività di supporto

Al fine di stimolare l'acquisizione delle competenze trasversali individuate saranno proposte letture guidate di articoli scientifici su temi dello sviluppo seguite dall'organizzazione di dibattiti. A studenti e studentesse sarà altresì chiesto di presentare e difendere posizioni specifiche nell'ambito di giochi di ruolo, presentare in aula le proprie letture e interpretazioni di specifici temi.

È prevista la presenza in aula di esperti/e del mondo della cooperazione allo sviluppo per guidare chi frequenta nel lavoro di gruppo e più nello specifico nell'analisi dei documenti e materiali relativi a ciascun progetto. È prevista inoltre un'attività di supporto individuale della docente a ciascun gruppo nell'elaborazione della propria relazione (alcune lezioni saranno dedicate al lavoro di gruppo in aula sotto la supervisione della docente).

 


In order to stimulate the acquisition of the identified transversal competences, guided readings and debates on development issues will be proposed. Students will also be asked to present and defend specific positions within role plays, and to present their reading and interpretation of specific themes to the classroom.

 

Aid workers will be invited to help students to carry on their analysis of development aid projects, sharing materials and experiences with the students. Each group will also be supported individually by the teacher in elaborating its analysis (some lessons will be devoted to group work under the supervision of the teacher).


Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

TESTI D'ESAME NON FREQUENTANTI

Il testo da studiare per l'esame, per non frequentati, è "Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016" con la seguente distinzione: 

Studentesse e studenti che sostengono l'esame da 9 CFU: Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016. INTERO TESTO

Studentesse e studenti che sostengono l'esame da 6 CFU: Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016. PARTI I, II, IV

TESTI D'ESAME FREQUENTANTI

Gli studenti e le studentesse frequentanti sostituiranno lo studio del testo d'esame con gli appunti e i materiali integrativi forniti a lezione, seguendo le indicazioni che fornirà la docente all'inizio del corso.

Per gli studenti e studentesse Erasmus che lo desiderassero è possibile sostenere l'esame scritto in lingua inglese (contattando la docente via email previa iscrizione all'esame). 

 

The textbook, for non attending students, is:"Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016" with the following distinction:

Students who take the exam for 9 CFU:Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016. THE WHOLE TEXT.

Students who take the exam for 6 CFU:Paul Haslam, Jessica Shafer, Pierre Beaudet, Introduction to International Development: Approaches, Actors, Issues, and Practice, Oxford University Press; 3 edition, 2016. PART I, II, IV. 

Attending students will replace the study of the textbook with the notes and supplementary materials provided in class, following the indications that the teacher will provide at the beginning of the course.

Erasmus students wishing to take the exam in English can do so (please contact me via e-mail before the exam). 

 


Oggetto:

Note

 

Le lezioni prenderanno avvio a partire dal 4 marzo 2019

Lessons will start on March, Monday 4th

Oggetto:

Corsi che mutuano questo insegnamento

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 24/09/2019 17:33
Location: https://www.didattica-cps.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!