Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

ANTROPOLOGIA MEDICA E PSICOLOGICA

Oggetto:

MEDICAL AND PSICHOLOGYCAL ANTHROPOLOGY

Oggetto:

Anno accademico 2022/2023

Codice attività didattica
CPS0225
Docente
Prof. Roberto Beneduce (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
Corso di laurea triennale in Comunicazione interculturale (Classe L-20)
Corso di laurea triennale in Servizio sociale (Classe L-39)
Anno
2° anno, 3° anno
Periodo
Primo semestre
Tipologia
A scelta dello studente
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
M-DEA/01 - discipline demoetnoantropologiche
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti
Nessun requisito specifico è richiesto per seguire questo nsegnamento e sostenere il relativo esame.

No specific requirements are requested.

Propedeutico a
Può facilitare lo studio di insegnamenti quali Antropologia del corpo e della violenza, Antropologia dell'Infanzia, Antropologia delle Migrazioni.

It can make easier the study of courses such as Anthropology of Body and Violence, Anthropology of Childhood, Anthropology of Migrations.

Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

In linea con gli obiettivi del Corso di Comunicazione Interculturale, l'insegnamento si colloca all'intersezione dell'antropologia medica e psicologica, e intende offrire un'analisi dei principali concetti di questi due campi disciplinari, concentrando la propria attenzione su temi quali il rapporto fra malattia, cura e contesto storico-culturale; i diversi modelli di persona e le pratiche educative; le dimensioni morali della malattia e della terapia. Il corso intende trattare questi ed altri argomenti allo scopo di formare gli studenti e le studentesse ad un autentico lavoro interdisciplinare mediante l'analisi di casi concreti.

Un ulteriore obiettivo è promuovere un approccio antropologico e critico alle istituzioni e ai saperi della cura, alle categorie diagnostiche e alle tecniche terapeutiche. Malattia e cura saranno esplorati in quanto” fatti sociali totali” (Mauss), e come fenomeni “rivelatori” di dinamiche politiche, economiche, culturali, come la recente pandemia da Covid ha esemplarmente testimoniato.


In line with the objectives of the Intercultural Communication Course, the teaching is located at the intersection of medical and psychological anthropology, and intends to offer an analysis of the main concepts of these two disciplinary fields, focusing its attention on topics such as the relationship between disease, treatment and historical-cultural context; the different person models and educational practices; the moral dimensions of disease and therapy. The course intends to deal with these and other topics in order to train students to an authentic interdisciplinary work through the analysis of concrete cases.

A further objective is to promote an anthropological and critical approach to institutions and knowledge of care, diagnostic categories and therapeutic techniques. Illness and treatment will be explored as "total social facts" (Mauss), and as "revealing" phenomena of political, economic, cultural dynamics, as the recent pandemic from Covid has exemplarily testified.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Saranno acquisite alla fine del corso conoscenze sui principali autori, concetti e dibattiti dell'antropologia medica e psicologica. Al termine dell'insegnamento dovrà essere acquisito un lessico specialistico, e si dovrà saper analizzare criticamente i casi etnografici presentati, promuovendo confronti e connessioni tra gli argomenti e i temi discussi a lezione (altre esperienze del Sé, forme della memoria, migrazione, diritti umani, categorie diagnostiche, ecc.).

The main distinctive feature of this course is to familiarize the students with the methods, concepts and tools of medical and psychological anthropology.
This will allow students to develop critical and independent thinking in reading the literature as well as to acquire a basic knowledge of the discipline, and develop a strong ability to connect and compare different concepts and issues (other experiences of the Self, kinds of memory, migrations, human rights, diagnostic categories, and so on)

Oggetto:

Programma

Nella prima parte dell'insegnamento sarà offerta una panoramica dei principali autori (Evans-Pritchard, Foster, de Martino, Kleinman, Good, Augé, Seppilli, Crapanzano, Obeyesekere, Scheper-Hughes, Throop, ecc.) e dei concetti più rilevanti nell'ambito dell'Antropologia Medica Critica e Psicologica e dell'Etnopsichiatria ("illness/disease/sickness"; "health care behaviors"; "clinical reality"; "culture bound syndromes"; "uso sociale della malattia", etc.) .

L'insegnamento intende analizzare successivamente le maggiori scuole e ricerche quali quelle su sciamanismo e culti di possessione, “idiomi culturali della sofferenza” ed esperienza migratoria, politiche della diagnosi e medicalizzazione nozioni di persona, inconscio, soggettività, individuo, memoria, coscienza in diversi contesti (Sayad, Fassin, Ticktin, ecc.).

Allo stesso modo saranno considerati i profili storici, culturali e morali del legame familiare; le dimensioni simboliche dell'efficacia terapeutica; il rapporto fra cultura, disuguaglianze economiche e accesso alle cure; la nozione di "cittadinanza biologica" o "sanitaria" (Petryna, Rose).

L’insegnamento tratterà poi con particolare rilievo l'analisi critica di alcune categorie diagnostiche e di nuove "sindromi" (Aids, Depressione, “Dipendenze” e Gambling addition syndrome, Chronic Fatigue Syndrome, Fibromyalgia, Ecological Anxiety, Solastalgia, Nodding Syndrome, Crisi di transe epidemica ecc.) e analizzerà temi di particolare rilievo nello sviluppo storico dell'Antropologia psicologica e psicoanalitica (il complesso di Edipo in società non occidentali; rituali funerari e rappresentazioni della morte; ecc.).

Un ulteriore capitolo del corso sarà costituito dall’analisi della recente esperienza della pandemia da coronavirus sullo sfondo di altre epidemie: le reazioni sociali e politiche, il dibattito scientifico e antropologico, l’intreccio fra dimensioni economiche e razziali nella determinazione del rischio di contagio e nell’evoluzione della malattia, la percezione e le rappresentazioni che hanno dominato il dibattito pubblico, le inquietudini emerse nella popolazione e l’esperienza della vulnerabilità... Il corso intende cioè esaminare la malattia (e in questo caso la pandemia da Covid) come un “rivelatore” sociale.

In the first part of the course, an overview of the main authors (Evans-Pritchard, Foster, de Martino, Kleinman, Good, Augé, Seppilli, Crapanzano, Obeyesekere, Scheper-Hughes, Throop, etc.) and the most relevant concepts of Critical and Psychological Anthropology and Ethnopsychiatryin the course will be offered ("illness / disease / sickness"; "health care behaviours"; "clinical reality"; "culture bound syndromes"; "social use of the disease", etc.).

Moreove, the course intends to analyse the main schools and research on issues such as shamanism and possession cults, "cultural idioms of suffering" and migratory experience, poliitics of diagnosis and medicalization; notions of person, unconscious, subjectivity, individual, memory, consciousness in different contexts (Sayad, Fassin, Ticktin, etc.).

In the same way the historical, cultural and moral profiles of the family bond will be considered; the symbolic dimensions of therapeutic efficacy; the relationship between culture, economic inequalities and access to care; the notion of "biological citizenship" or "health" (Petryna, Rose). The course will then deal with particular emphasis on the critical analysis of some diagnostic categories (Aids, Depression, "Addictions" and Gambling addition syndrome, Chronic Fatigue Syndrome, Fibromyalgia,Ecological Anxiety, Solastalgia, Nodding Syndrome, Transe Epidemics amd so on) and will analyse topics of particular importance in the historical development of psychological and psychoanalytic anthropology (the Oedipus complex in non-Western societies; funeral rituals and representations of death; etc.).A further chapter of the course will be the analysis of the recent experience of the coronavirus pandemic against the backdrop of other epidemics: social and political reactions, scientific and anthropological debate, the intertwining of economic and racial dimensions in determining the risk of infection and in the evolution of the disease, the perception and representations that dominated the public debate, the concerns that emerged in the population and the experience of vulnerability ... The course aims to examine the disease (and in this case the Covid pandemic) as a phenomenon able to reveal social issues and knots.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Si prevede una modalità didattica in presenza. Nella prima settimana e il 26 settembre le lezioni saranno anche in streaming.

Lessons will be guaranteed in presence, During the first week and on 26th, even in streaming

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica prevista è orale e si basa sui testi (libri ed articoli) scelti dallo/a studente/ssa e su quello comune e obbligatorio per tutti/e (Trance e possessione o in alternativa Etnopsichiatria). L'unità di misura è quella di voti in trentesimi. L'esame consiste in un'interrogazione rivolta a verificare la comprensione delle nozioni di base, la capacità di applicare tali nozioni a casi specifici, e quella di discutere dettagliatamente un tema selezionato.


Verranno valutate: l'appropriatezza nell'uso del lessico  antropologico (con particolare riferimento all'antropologia della violenza); la chiarezza espositiva; la capacità critica e argomentativa; la capacità di analizzare casi etnografici; la capacità di offrire esempi dettagliati.
Le domande verteranno sui testi in programma scelti dallo/a studente/ssa, i temi trattati a lezione, e gli articoli scelti fra quelli disponibili sul sito dal docente negli annai accademici precedenti e in quello di riferimento.

Le studentesse e gli studenti Erasmus possono sostenere l'esame in lingua francese, spagnola o inglese.

The exam will be only oral and the evaluation will be expressed on a 30 basis (18 will be considered sufficient and 30 will be the highest grade). Students are kindly invited to registrate themselves on line and to communicate the choosen books and articles to the teacher when called according to the order of enrollement.


The answers will be evaluated according to the following criteria: a) Appropriateness in the use of Anthropological lexicon (with particular regard to the vocabulary of Anthropology of Violence); b) Clearness of language, speech consistency and consistency of answers; c) ability to give and discuss specific examples.; d) ability in giving details about the contents discussed during the examen.
Questions will address both the notions analysed by the teacher during the course and the texts (books and articles) each student selects upon previous agreement with the teacher.

Erasmus students can speak in English, Spanish or French during the exam.


 

Oggetto:

Attività di supporto

È prevista la visione e la discussione di documenti e video, e si offriranno, là dove possibile, incontri ulteriori di approfondimento su temi particolari.

Further activities (film, documentary and so on)  and meetings addressed to focus particular issues will be planned and comunicated over the course.

Testi consigliati e bibliografia



Oggetto:
Libro
Titolo:  
Trance e possessione in Africa. Corpi mimesi, storia.
Anno pubblicazione:  
2016 (2 ed.)
Editore:  
Bollati Boringhieri
Autore:  
Roberto Beneduce
ISBN  
Obbligatorio:  
Si
Oggetto:

Testi d'esame per frequentanti.

Due libri e tre articoli, così suddivisi:

Un libro a scelta tra questi due:

  1. Beneduce, Trance e possessione in Africa. Corpi, mimesi, storia, Torino, Bollati Boringhieri. 
  2. Beneduce, Etnopsichiatria. Sofferenza mentale e alterità fra Storia, dominio e cultura, Roma, Carocci.

Più un libro a scelta tra i seguenti: 


1. Adriana Petryna, Life Exposed. Biological Citizen after Chernobyl, Princeton University Press.

2. E. De Martino, La terra del rimorso, Milano, Il Saggiatore.

3. F. Fanon, Decolonizzare la follia. Scritti sulla psichiatria coloniale, a cura di R. Beneduce, ombre corte (edizione 2020)

4. R. Beneduce, R. Collignon (a cura di), Il sorriso della volpe. Ideologie della morte, lutto e depressione in Africa, Napoli, Liguori.

5. R. Beneduce, E. Roudinesco (a cura di), Antropologia della cura, Torino, Bollati Boringhieri.

6. A. Kleinman e B. Good (a cura di), Culture and Depression. Studies in Anthropology and Cross-Cultural Psychiatry of Affect and Disorder, Berkeley, University of California Press.

7. R. Beneduce, Frontiere dell'identità e della memoria. Etnopsichiatria e migrazione in un mondo creolo, Milano, Franco Angeli.

8. I. Hacking, La riscoperta dell'anima: personalità multipla e scienze della memoria, Milano, Feltrinelli.

9. I. Quaranta, Antropologia medica. I testi fondamentali, Milano, Cortina.

10. N. Rose, Our Psychiatric Future, Polity Press.

11- E. de Martino, Sud e magia, Donzelli.

12. João Guilherme Bihel, Vita: Life In A Zone Of Social Abandonment, Berkeley, University of California Press.

13. E. Martin, Flexible Bodies. Tracking Immunity in American Culturefrom the Days of Polio to the Age of AIDS, Boston, Beacon Press. 

14. P. Coppo, Le ragioni del dolore. Etnopsichiatria della depressione, Bollati Boringhieri.

15. E. de Martino, Morte e pianto rituale, Bollati Boringhieri.


Inoltre: una selezione di 3 articoli fra quelli disponibili sul sito del docente alla voce "materiale didattico", anche di anni accademici precedenti, o su quello Moodle.

Nel caso di difficoltà a reperire i testi suggeriti, rivolgersi al docente.

Chi non ha potuto frequentare il corso, è di fatto svantaggiato perché - benché non sia prevista l'obbligatorietà della frequenza - non ha potuto partecipare agli scambi, i chiarimenti, le discussioni sui materiali e gli esempi forntiti a lezione, ciò che nel suo insieme concorre in modo significativo alla compreseinoe degli argomenti e più in generale al processo di formazione.

Allo scopo di ovviare a questa difficoltà, si suggerisce a chi non ha potuto frequentare lo studio di un testo supplementare, e pertanto lo studio di tre libri (anziché due) fra quelli prima menzionati (fra cui, ovviamente,  quello indicato come testo comune a tutti, Trance e possessione in Africa) e tre articoli fra quelli disponibili sul sito. Chi sente l'esigenza di letture introduttive, può scrivere al docente

Testi per studentesse/studenti Erasmus:

Gli studenti e le studentesse Erasmus e Internazionali possono preparare il loro esame su testi in lingua inglese, francese o spagnola fra quelli indicati e sostenere l'esame in una di queste tre lingue, previo accordo con il docente.


Inoltre: una selezione di tre articoli fra quelli disponibili sul sito del docente ("materiale didattico"), anche da anni accademici precedenti a quello corrente.

Gli studenti e le studentesse internazionali ed Erasmus possono preparare il loro esame sui libri in inglese, francese o spagnolo suggeriti dal docente. ma devono dimostrare di essere in grado di comprendere l'italiano scritto e parlato.

 

 

Texts for ERASMUS students attending the course (two among the following; more books can be suggested during the course):

(Different programmes have been devised for students who will attend the course and for those who will be unable to do so).

Texts for students attending the course:


1. R. Beneduce, L'Historie au corps. Mémoires indociles et archives du désordre dans les cultes de possession en Afrique, Fribourg, Academic Press (this book is an augmented translation of Trance e possessione in Africa. Corpi, mimesi, storia. Students and Erasmus students able to read French books, can choice this book 

2. R. Beneduce, Un lugar en el mundo. Senderos de la migración entre violencia, memoria y deseo, Ciudad de Mexico, ENAH y UTA.

3. A. Kleinman e B. Good (a cura di), Culture and Depression. Studies in Anthropology and Cross-Cultural Psychiatry of Affect and Disorder, Berkeley, University of California Press.

4. J. Throop, Suffering and sentiment: Exploring the vicissitudes of pain and experience in Yap, Berkeley, University of California Press.

5. A. Petryna, Exposed Life. Biological Citizens after Chernobyl, Princeton, Princeton University Press.

6. E. Bourguignon, Psychological Anthropology: An Introduction to Human Nature and Cultural Differences, New York: Holt, Rinehart, & Winston

7. C. F. Sargent, T. M. Johnson, Medical Anthropology, Contemporary Theory and Method, Westport, Greenwood Press.

8. I. Hacking, Re-Writing the Soul: Multiple Personality and the Sciences of Memory, Princeton, Princeton University Press.

9. J. Bailkin, The Afterlife of Empire, Berkeley, University of California Press.

10. H. G. West. Kulipikula, Governance and the Invisible Realm in Mozambique, Chicago, University of Chicago Press.

11. R. Beneduce, Etnopsichiatria. Sofferenza mentale e alterità fra Storia, dominio e cultura, Roma, Carocci.

12. N. Rose, Our Psychiatric Future, Polity Press

13. D. Fassin, Pouvoir et maladie en Afrique, Paris, PUF.

14. E. Martin, Flexible Bodies. Tracking Immunity in American Culturefrom the Days of Polio to the Age of AIDS, Boston, Beacon Press.   

15. E. de Martino, The Land of Remorse, Chicago Univ. Press.

16. N. Gibson, R. Beneduce, Frantz Fanon, Psychiatry and Politics, Rowman & Littlefield


Moreover: 3 (three) articles among those made available and discussed by the teacher (see teacher's site).


Erasmus students can do their exam in English, French or Spanish, but they have to demonstrate ther ability to understand written and spoken Italian.



Oggetto:

Note

Il corso sarà tenuto in presenza. Seguendo le indicazioni del senato accademico, le lezioni saranno tenute però anche in streaming nel corso della prima settimana e del 26 settembre. Materiali didattici ulteriori saranno resi disponibili nel corso delle lezioni.

Si incoraggia studenti e studentesse a partecipare attivamente alle lezioni. I docufilm discussi nel corso delle lezioni saranno utilizzati per promuovere il dibattito e l'analisi dei temi trattati. Si raccomanda l'iscrizione su campusnet, che permetterà fra l'altro la possibilità di scambi immediati fra docente e iscritti/e.

The course (in Italian) will be in presence. During the first week (19-21 September) and on 26th September, the course will be even in streaming.

Further didactic material will be made available during the course.

Students are strongly encouraged to discuss materials and issues during the classes. Some documentary films will be used in order to promote debates and analysis about the issues taken in consideration during the course.

Erasmus students can speak and put questions in English, French or Spanish. We strongly recommend the inscription on Campusnet platform.

 

 

Oggetto:

Insegnamenti che mutuano questo insegnamento

Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    11/07/2022 alle ore 09:00
    Chiusura registrazione
    30/12/2022 alle ore 23:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 25/10/2022 09:58
    Non cliccare qui!