Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

STORIA E POLITICA DELL'INTEGRAZIONE EUROPEA

Oggetto:

HISTORY AND POLITICS OF EUROPEAN INTEGRATION

Oggetto:

Anno accademico 2020/2021

Codice attività didattica
CPS0167
Docente
Paolo Caraffini (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
Corso di laurea triennale in Scienze internazionali, dello sviluppo e della cooperazione (Classe L-36)
Anno
3° anno
Periodo
Primo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
SPS/06 - storia delle relazioni internazionali
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
Propedeutico a
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Avvisi

Chiusura iscrizioni esonero di Storia e politica dell'integrazione europea Esonero e sospensione lezioni Link Webex lezioni di Storia e politica dell'integrazione europea Accesso ai materiali didattici e delle comunicazioni relative agli insegnamenti 2020-2021 ORARI lezioni di Storia e politica dell'integrazione europea
Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento, nel quadro più generale del corso di laurea, si pone l'obiettivo di sviluppare  la capacità di comprendere criticamente il processo di integrazione europea, le ragioni del suo avvio e della sua complessità, la contestualizzazione nel più ampio sistema internazionale, la coesistenza di dinamiche intergovernative e sovranazionali, il ruolo dei principali Stati membri e dei Paesi terzi, oltre che delle forze politiche, sociali e delle istituzioni comunitarie, cogliendo le interdipendenze in un mondo in costante e rapida evoluzione. L'analisi del processo di integrazione europea va inserita, storicamente, in un contesto di trasformazione della statualità, oltre che dell'economia e della società, con l'emergere di nuovi attori internazionali, sovranazionali e transnazionali. 

L'obiettivo è quindi quello di mettere le studentesse e gli studenti in grado di conoscere e comprendere, a partire dall'idea d'Europa, i processi storici che hanno portato ai primi tentativi di unificazione europea, i principi teorici che ne sono alla base e i diversi approcci, le linee fondamentali del processo di integrazione europea, le iniziative dei governi, delle forze politiche e sociali, dei movimenti europeisti. Verrà inoltre illustrato lo sviluppo dell'architettura istituzionale dell'UE con cenni anche alle principali politiche. Le studentesse e gli studenti dovranno dimostrare, oltre che una buona conoscenza della materia, di averne compreso, con capacità analitiche, le tendenze di fondo e le linee essenziali.

La finalità è anche di far in modo che le studentesse e gli studenti, oltre a raggiungere una buona conoscenza dei contenuti della materia, sviluppino capacità trasversali, comunicative e di sintesi, abilità argomentativa, interpretando le informazioni con autonomia di giudizio, ricorrendo a un approccio anche interdisciplinare.

In the general context of the degree program, this course aims to develop independent judgement on the process of European integration, the reasons for its launch and its complexity. It considers the contextualization in the wider international system, the coexistence of intergovernmental and supranational dynamics, the role of the main Member States and third countries, as well as the political and social forces and EU institutions, understanding interdependencies in a rapidly evolving world. The analysis of the process of European integration must be incorporated, historically, in a context of transformation of sovereignty, as well as of the economy and society, with the rise of new international, supranational and transnational actors. 

Starting from the idea of Europe itself, this course enables students to get to know and understand the historic processes that led to the first attempts to unify Europe; its founding theoretical principles, the various approaches and the fundamental lines in the process for European integration, the initiatives by governments, political and social forces, and the pro-European movements. The development of the EU institutional architecture will also be illustrated with references to the main policies. As well as a good grounding in the subject and with analytical skills, students will have to demonstrate an understanding of its fundamental trends and essential outlines.

The aim is to enable the student to reach a good knowledge of the subject, but also the development of soft skills, the ability to communicate synthetically, to present and support a topic, as well as interpret information on the basis of an autonomous judgement, adopting an interdisciplinary approach.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Le studentesse e gli studenti dovranno dimostrare di avere acquisito una buona conoscenza e comprensione degli argomenti trattati durante le lezioni ed essere in grado di utilizzare gli strumenti acquisiti, confrontando le varie fasi del processo di integrazione europea e analizzando gli approcci teorici, lo sviluppo delle istituzioni e delle politiche comuni, il ruolo dei vari attori (governi, parlamenti, forze politiche e sociali, movimenti europeisti e singole personalità).

Essi dovranno inoltre dar prova, durante gli esami, di un'adeguata capacità espressiva, di abilità argomentativa e di sintesi, di aver impostato bene la loro preparazione, di gestire correttamente il tempo a disposizione durante la prova d'esame, di interpretare le informazioni con autonomia di giudizio, quindi di avere acquisito le capacità trasversali citate nella sezione "Obiettivi formativi".

The student must have a good knowledge and comprehension of the subjects covered during the lessons and be able to correctly employ the acquired notions, comparing the various stages of the process of European integration and analysing the theoretical approaches, the development of the institutions and of common policies, the role of the various players (governments, parliaments, political and social forces, pro-European movements and individual personalities).

During the exams, the students will be required to demonstrate an adequate expressive capacity, argumentational skills and synthesis; have organised their preparation well, to manage the time available during the exam properly and also demonstrate independent judgment. The student will therefore have acquired the soft skills as mentioned in the section Learning objectives ( "Obiettivi formativi").

Oggetto:

Programma

Il programma sarà articolato in tre parti:

1° parte: L'idea d'Europa e l'epoca delle guerre mondiali (1914-1945); le riflessioni nel primo dopoguerra di Luigi Einaudi, Giovanni Agnelli e Attilio Cabiati; Coudenhove-Kalergi, la Paneuropa e altre iniziative europeistiche tra le due guerre; il Piano Briand; il fascismo, il nazionalsocialismo e l'idea d'Europa; l'antifascismo italiano e l'Europa; il federalismo anglosassone: Clarence Streit, Union Now e Federal Union; il progetto di unione franco-britannica del 1940; Idea d'Europa nella Resistenza in Francia, Germania e Italia; il Manifesto di Ventotene e le iniziative dei federalisti; federalismo integrale e personalismo.

2° parte:  L'avvio dell'integrazione economica e il fallimento del tentativo di unificazione militare e politica: sistema bipolare e guerra fredda; Patto di Bruxelles, OECE e Consiglio d'Europa; Comunità europea del carbone e dell'acciaio; progetti di Comunità europea di difesa e di Comunità politica europea; Unione europea occidentale; l'integrazione economica europea dalla Conferenza di Messina all'unione doganale (1955-1968): i Trattati di Roma (CEE ed Euratom), l'unione doganale e la Politica agricola comune; De Gaulle e l'integrazione europea; l'adesione del Regno Unito, della Danimarca e dell'Irlanda; il Piano Werner e il Sistema monetario europeo (SME); la prima elezione diretta del Parlamento europeo; l'adesione di Grecia, Spagna e Portogallo; dal progetto di Trattato di Unione europea del Parlamento europeo all'Atto Unico.

3° parte: le due conferenze intergovernative sull'Unione economica e monetaria e sull'Unione politica, il Trattato di Maastricht, il percorso dell'Unione monetaria, la nascita della Politica estera e di sicurezza comune (PESC) e della Politica europea di sicurezza e di difesa (PESD, ora Politica di sicurezza e di difesa comune PSDC); Schengen; i Trattati di Amsterdam e di Nizza; l'allargamento a Svezia, Finlandia e Austria e, in seguito, ai Paesi dell'Europa centro-orientale, a Malta e Cipro; la Convenzione europea e il Trattato costituzionale; il Trattato di Lisbona; l'Euroscetticismo; la Brexit.

The program will be divided into three parts:

Part 1 : The idea of ​​Europe and the era of the  World Wars (1914-1945); the  considerations  of Luigi Einaudi, Giovanni Agnelli and Attilio Cabiati in the post-war period; Coudenhove-Kalergi, Paneuropa and other pro-European initiatives between the two World Wars; the Briand Plan; Fascism, National Socialism and the idea of ​​Europe; Italian anti-fascism and Europe; Anglo-Saxon federalism: Clarence Streit, Union Now and Federal Union; the Franco-British union project of 1940; The Resistance in France, Germany, Italy and the European idea; the Ventotene Manifesto and the initiatives of the federalists; integral federalism and personalism.

Part  2 : The beginning of economic integration and the failure of the attempt to create military and political unity: bipolarity of powers and the Cold War; Treaty of Brussels, OEEC and Council of Europe; European Coal and Steel Community; European Common Defence and European Political Community projects; Western European Union; European economic integration, from the Messina Conference to the customs union (1955-1968): Treaties of Rome (EEC and Euratom), customs union and Common Agricultural Policy; De Gaulle and European integration; the accession of the United Kingdom, Denmark and Ireland; the Werner Plan and the European Monetary System (EMS); the first direct elections of the European Parliament; the accession of Greece, Spain and Portugal; from the European Union Treaty of the European Parliament draft to the Single European Act. 

Part 3 :  The two intergovernmental conferences on Economic and Monetary Union and on  Political Union, the Maastricht Treaty, the path to Monetary Union, the birth of the Common Foreign and Security Policy (CFSP) and of the European Security and Defence Policy (ESDP, now  Common Security and Defence Policy, CSDP); Schengen; the Treaties of Amsterdam and Nice; enlargement to Sweden, Finland and Austria and, later, to Central and Eastern European countries, Malta and Cyprus; the European Convention and the Constitutional Treaty; the Lisbon Treaty; the Euroscepticism;  Brexit.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Le modalità didattiche prevedono lezioni on-line, con l'utilizzo di slides che saranno rese disponibili, alla conclusione di ogni lezione nella piattaforma Moodle del corso.

Nel corso delle lezioni, è favorita l'interazione in termini di interventi, osservazioni, spunti di riflessione e interessi di approfondimento.

In particolare per la terza parte dell'insegnamento, sono previste lezioni di approfondimento di specifiche tematiche, con la partecipazione anche di esperti.

On-line lectures, with the use of slides that will be available at the end of each lesson and can be found on the Moodle Platform.

The students are encouraged to interact during the on-line lessons, in terms of speeches, observations and points of interest for further consideration and exploration.

In particular for the third part of the course, there will also be lectures on specific subjects, with the participation of experts.

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento consiste in:

-  un esonero intermedio sulle prime due parti del programma (prova che si svolgerà una volta terminata la seconda parte del programma). Le iscrizioni all'esonero saranno aperte una settimana prima, circa, della data fissata per il test. L'esonero prevede una serie di domande a scelta multipla, vero/falso, a completamento e alcune domande aperte. Le domande sono diversamente ponderate e il voto finale è espresso in trentesimi

-  per le studentesse e gli studenti che superino la prova d'esonero intermedio, è poi previsto un esame orale finale, da tenersi nelle sessioni ordinarie degli appelli, solo sulla terza parte del programma dell'insegnamento

Ciascuna prova (esonero ed esame orale) verrà valutata in trentesimi e il voto finale sarà dato dalla media dei due risultati (i risultati delle due prove d'esame peseranno, quindi, per il 50% ciascuna nella determinazione del voto finale). Per superare l'esame occorre che entrambe le prove siano sufficienti (18/30). 

Le studentesse e gli studenti che non superino la prova d'esonero dovranno portare l'intero programma all'esame orale, nelle sessioni ordinarie degli appelli.

Le studentesse e gli studenti non saranno obbligati, in ogni caso, a sostenere la prova d'esonero e potranno portare l'intero programma all'esame orale, nelle sessioni ordinarie degli appelli.

L'esame orale prevede una serie di domande, alcune di carattere di più generale rispetto agli argomenti esaminati, altre, invece, più specifiche e puntali anche per accertare il livello di approfondimento raggiunto dalla studentessa e dallo studente nello studio della materia.

Le studentesse e gli studenti, nel corso dell'esame, dovranno dimostrare, oltre che la conoscenza della materia e la comprensione degli aspetti istituzionali e dei fenomeni politici, economici e sociali sottesi al processo di integrazione europea, capacità di ragionamento critico e di organizzare discorsivamente la conoscenza, abilità argomentativa e di sintesi. Essi dovranno poi dar prova di un'adeguata capacità espressiva.

 

The final exam consists of:

- an intermediate written test on the first and second parts of the program (the test will take place once the second part of the program has been completed). Registration for the test will be open one week, approximately, before the date scheduled for the test. The test includes a series of multiple-choice questions, true / false questions, to be completed and some open questions. The questions are differently weighted and the final grade is expressed in thirtieths.

- students who pass the intermediate written test have to take a final oral exam, concerning only the third part of the course program, scheduled during the ordinary exam sessions.

Each test (written and oral exam) will be evaluated in thirtieths and the final grade will be given on the average of the two results (the results of the two exams will each weigh 50% of the full mark in determining the final evaluation). To pass the assessment, both tests (intermediate written test and oral exam) must be sufficient (18/30).

Students who do not pass the intermediate written test, must prepare to be tested on the entire program at the oral exam, during the ordinary exam sessions.

Students are not obliged, in any case, to take the intermediate written test, and can take the entire programme to the oral exam, during the ordinary exam sessions.

The oral exam foresees a series of questions, some of a more general nature, aimed at assessing students' knowledge of the topics studied. Others, on the other hand, will be more specific in order to ascertain the extent to which students have developed and furthered their study of the subject.

During the exam, students will have to demonstrate, not only their knowledge of the subject and comprehension of the institutional issues and the political, economic and social aspects of the European integration process, critical thinking skills and the ability to organise and present their knowledge clearly, but also an ability to express themselves coherently and eloquently, offering clear and concise argumentations.

Oggetto:

Attività di supporto

Su richiesta della singola studentessa o del singolo studente, verrà favorito l'approfondimento di aspetti specifici del processo di integrazione europea, con la partecipazione facoltativa a seminari e convegni segnalati dal docente.

On request (by the individual student), specific aspects of the European integration process will be explored further through optional participation in seminars and conferences identified by the professor.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Per le studentesse e gli studenti che sosterranno la prova d'esonero:

Per la 1° e la 2° parte dell'insegnamento: gli appunti presi a lezione e il volume UMBERTO MORELLI, Storia dell'integrazione europea, Milano, Guerini e Associati, 2011, pp. 15-213 (questa sarà la parte del programma da portare all'esonero)

Per la 3° parte dell'insegnamento: gli appunti presi a lezione, il volume UMBERTO MORELLI, Storia dell'integrazione europea, Milano, Guerini e Associati, 2011, limitatamente alle pp. 213- 263, e quattro saggi o articoli o capitoli di libro, utili a integrare gli appunti presi a lezione, scelti dalla studentessa e dallo studente tra un elenco che verrà indicato durante le lezioni (questa sarà la parte del programma da portare all'esame orale, per chi avrà superato la prova d'esonero)

In alternativa ai quattro saggi, o articoli o capitoli di libro, le studentesse e gli studenti potranno portare per la terza parte, oltre al volume di Morelli (limitatamente alle pp. 213- 263), un testo a scelta tra i seguenti:

- MARIA GRAZIA MELCHIONNI, Europa unita sogno dei saggi, Venezia, Marsilio, 2001

- GIULIANO GARAVINI, After Empires: European Integration, Decolonization, and the Challenge from the Global South 1957-1986, Oxford, Oxford University Press, 2012 (versione originale in Italiano: Dopo gli imperi. L'integrazione europea nello scontro Nord-Sud, Milano, Mondadori Education, 2009)

- PAOLO CARAFFINI, Un grand commis e la dimensione internazionale: Giuseppe Petrilli e il processo di integrazione europea (1950 - 1989), Milano, Guerini Scientifica, 2015

- DANIELE PASQUINUCCI, LUCA VERZICHELLI (a cura di), Contro l'Europa? I diversi scetticismi verso l'integrazione europea, Bologna, Il Mulino, 2015 (disponibile anche in formato e-book)

- MARCO MASCIA, DANIELA PREDA, FRANCESCO VELO (a cura di), A sessant'anni dai Trattati di Roma: dal mercato comune all'unione economica e monetaria. Una prospettiva storica, Bari, Cacucci Editore, 2018

Le studentesse e gli studenti che non sosterranno la prova d'esonero o che non supereranno la prova d'esonero dovranno portare all'esame orale, nelle sessioni ordinarie degli appelli, l'intero programma, nello specifico:

- gli appunti presi a lezione

- il volume UMBERTO MORELLI, Storia dell'integrazione europea, Milano, Guerini e Associati, 2011,

- per la terza parte dell'insegnamento, quattro saggi o articoli o capitoli di libro, utili a integrare gli appunti presi a lezione, scelti tra un elenco che verrà indicato durante le lezioni

In alternativa ai quattro saggi, o articoli o capitoli di libro, le studentesse e gli studenti potranno portare per la terza parte, oltre al testo di Morelli, un testo a scelta tra i seguenti:


- MARIA GRAZIA MELCHIONNI, Europa unita sogno dei saggi, Venezia, Marsilio, 2001

- GIULIANO GARAVINI, After Empires: European Integration, Decolonization, and the Challenge from the Global South 1957-1986, Oxford, Oxford University Press, 2012 (versione originale in Italiano: Dopo gli imperi. L'integrazione europea nello scontro Nord-Sud, Milano, Mondadori Education, 2009)

- PAOLO CARAFFINI, Un grand commis e la dimensione internazionale: Giuseppe Petrilli e il processo di integrazione europea (1950 - 1989), Milano, Guerini Scientifica, 2015

- DANIELE PASQUINUCCI, LUCA VERZICHELLI (a cura di), Contro l'Europa? I diversi scetticismi verso l'integrazione europea, Bologna, Il Mulino, 2015 (disponibile anche in formato e-book)

- MARCO MASCIA, DANIELA PREDA, FRANCESCO VELO (a cura di), A sessant'anni dai Trattati di Roma: dal mercato comune all'unione economica e monetaria. Una prospettiva storica, Bari, Cacucci Editore, 2018

Attenzione: in caso di difficoltà nel reperire i libri indicati, il docente potrà segnalare, su richiesta, un altro manuale di base e altri testi in formato e-book. Si prega, in tal caso, di contattare il docente inviando una mail a paolo.caraffini@unito.it

 

For students who will take the intermediate written test:

- For the 1st and 2nd part of the programme: notes taken during the lessons and the book UMBERTO MORELLI, Storia dell'integrazione europea, Milano, Guerini e Associati, 2011, pp. 15-213 (this will be the part to take to the intermediate written test)

- For the 3rd part of the programme notes taken during the lessons and the book UMBERTO MORELLI, Storia dell'integrazione europea, Milano, Guerini e Associati, 2011, limited to pp. 213- 263, and four essays or articles or book chapters, useful to integrate notes taken during the lessons, chosen by the student from a list that will be indicated during the lessons (this will be the part to take to the oral exam, for those who will have passed the intermediate written test)

For the 3rd part of the programme, as an alternative to the four essays, or articles or book chapters, in addition to the book by Morelli (pp. 213-263), one book chosen from the following list:


- MARIA GRAZIA MELCHIONNI, Europa unita sogno dei saggi, Venezia, Marsilio, 2001

- GIULIANO GARAVINI, After Empires: European Integration, Decolonization, and the Challenge from the Global South 1957-1986, Oxford, Oxford University Press, 2012 (originally published in Italian as: Dopo gli imperi. L'integrazione europea nello scontro Nord-Sud, Milano, Mondadori Education, 2009)

- PAOLO CARAFFINI, Un grand commis e la dimensione internazionale: Giuseppe Petrilli e il processo di integrazione europea (1950 - 1989), Milano, Guerini Scientifica, 2015

- DANIELE PASQUINUCCI, LUCA VERZICHELLI (eds.), Contro l'Europa? I diversi scetticismi verso l'integrazione europea, Bologna, Il Mulino, 2015 (e-book is also available)

- MARCO MASCIA, DANIELA PREDA, FRANCESCO VELO (eds.), A sessant'anni dai Trattati di Roma: dal mercato comune all'unione economica e monetaria. Una prospettiva storica, Bari, Cacucci Editore, 2018

 

For students who won't take the intermediate written test or won't pass the intermediate written test

They will have to take the entire programme to the oral exam, during the ordinary exam sessions, in particular:

- notes taken during the lessons

- the book UMBERTO MORELLI, Storia dell'integrazione europea, Milano, Guerini e Associati, 2011,

- for the third part of the course, four essays or articles or book chapters, useful to integrate notes taken during the lessons, chosen from a list that will be indicated during the lessons.

For the 3rd part of the programme, as an alternative to the four essays, or articles or book chapters, in addition to the book by Morelli, one book chosen from the following list:

- MARIA GRAZIA MELCHIONNI, Europa unita sogno dei saggi, Venezia, Marsilio, 2001

- GIULIANO GARAVINI, After Empires: European Integration, Decolonization, and the Challenge from the Global South 1957-1986, Oxford, Oxford University Press, 2012 (originally published in Italian as: Dopo gli imperi. L'integrazione europea nello scontro Nord-Sud, Milano, Mondadori Education, 2009)

- PAOLO CARAFFINI, Un grand commis e la dimensione internazionale: Giuseppe Petrilli e il processo di integrazione europea (1950 - 1989), Milano, Guerini Scientifica, 2015

- DANIELE PASQUINUCCI, LUCA VERZICHELLI (eds.), Contro l'Europa? I diversi scetticismi verso l'integrazione europea, Bologna, Il Mulino, 2015 (e-book is also available)

- MARCO MASCIA, DANIELA PREDA, FRANCESCO VELO (eds.), A sessant'anni dai Trattati di Roma: dal mercato comune all'unione economica e monetaria. Una prospettiva storica, Bari, Cacucci Editore, 2018

Attention: in case of difficulty in finding the textbooks, the professor can suggest, on request, another textbook and other e-books. In this case, please contact the professor by sending an email to paolo.caraffini@unito.it

 

Oggetto:

Note

Le modalità di svolgimento dell'attività didattica potranno subire variazioni in base alle limitazioni imposte dalla crisi sanitaria in corso. In ogni caso è assicurata la modalità a distanza per tutto l'anno accademico.

Durante la prima lezione il docente illustrerà in dettaglio le caratteristiche dell'insegnamento, i temi che saranno affrontati, i testi e le modalità organizzative.

International and Erasmus students wishing to take the exam in English or French can do so (please contact me via e-mail before the exam).

The teaching course could be modified according to norms dealing with the current Covid-19. In any circumstance, distance learning will be guaranteed.

During the first lesson the professor will illustrate, entering into detail, the characteristics of the course, the subjects that will be dealt with, the textbooks that will be used and the organisational procedures that will be adopted. 

International and Erasmus students wishing to take the exam in English or French can do so (please contact me via e-mail before the exam).

Oggetto:

Corsi che mutuano questo insegnamento

Registrazione
  • Chiusa
    Apertura registrazione
    09/09/2020 alle ore 14:00
    Chiusura registrazione
    22/10/2020 alle ore 23:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 22/10/2020 16:04
    Non cliccare qui!