Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

RELAZIONI INTERNAZIONALI E NUOVO ORDINE GLOBALE

Oggetto:

INTERNATIONAL RELATIONS AND NEW GLOBAL ORDER ISSUES

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
SCP0410
Docente
Anna Caffarena (Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
Corso di laurea magistrale in Scienze internazionali (Classe LM-52)
Anno
1° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
9
SSD attività didattica
SPS/04 - scienza politica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Scritto ed orale
Prerequisiti

Il programma proposto consentirà anche alle studentesse e agli studenti che non hanno precedentemente maturato conoscenze disciplinari di raggiungere gli obiettivi formativi indicati.

Non vi sono dunque prerequisiti, ma per rendere più agevole la fruizione dei contenuti dell’insegnamento e più in generale degli insegnamenti di area politico-internazionalistica del Corso di laurea magistrale, nella settimana che precede l’inizio delle lezioni – cioè dal 16 al 21 settembre – la docente terrà al Campus Einaudi un breve ciclo di 5 incontri di taglio introduttivo (2 ore ciascuno) secondo il seguente calendario:
lunedì 16 ore 16-18 aula C2
martedì 17 ore 10-12 aula C4
mercoledì 18 ore 10-12 aula B3
giovedì 19 prova di verifica delle competenze - no lezione
venerdì 20 ore 10-12 aula E3
sabato 21 ore 10-12 aula E3


The syllabus and the teaching methodology are meant to allow both students who have and who have not studied International Relations before to develop a thorough knowledge of the subject. No prerequisites are set,but students who did not study International Relations before are invited to attend some introductory lectures which will be held from September 16th to 21st:

Monday 16 hrs 16-18 room C2 Campus Luigi Einaudi
Tuesday 17 hrs 10-12 room C4
Wednesday 18 hrs 10-12 room B3
Friday 20 hrs 10-12 room E3
Saturday 21 hrs 10-12 room E3
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Avvisi

Anticipo orario ricevimento, giovedì 21 novembre, ore 9.30-11.30 (puntuali)
Oggetto:

Obiettivi formativi

L’insegnamento contribuisce al progetto formativo del Corso di laurea magistrale in Scienze internazionali affrontando il mutamento del sistema internazionale contemporaneo dalla prospettiva del processo di trasformazione dell’ordine liberale.

Dinamiche che coinvolgono attori consolidati e paesi emergenti, in particolare la Cina, appaiono oggi destinate a modificare assetti e forme della governance globale. Scopo dell’insegnamento è mettere le studentesse e gli studenti in condizione di misurarsi con il cambiamento dell’ordine internazionale contemporaneo, analizzandone vettori e nodi problematici grazie agli strumenti proposti dalle Relazioni internazionali.   

By  focusing on the changes that are taking place in world politics, the students will achieve a critical knowledge of the approaches and conceptual tools developed by International Relations scholars to make sense of the current trasformation of international order.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell’insegnamento le studentesse e gli studenti saranno in grado di:

  • identificare le differenti interpretazioni delle prospettive del cambiamento – dall’affermarsi di un nuovo ordine globale all’indebolimento della capacità di governance – riconducendole sia alle tradizioni di pensiero che le sostengono sia alle posizioni dei principali attori della politica mondiale (conoscenza e capacità di comprensione);
  • individuare i nodi problematici che emergono dal complesso dibattito sulla trasformazione dell’ordine internazionale contemporaneo (conoscenza e capacità di comprensione);
  • applicare la conoscenza e capacità di comprensione maturate per discutere tali nodi problematici con competenza articolando il proprio punto di vista (conoscenza e capacità di comprensione applicate);
  • cogliere criticamente le rappresentazioni che mediano la ricezione delle diverse interpretazioni da parte dei decisori, nonché il ruolo attivo nella produzione di immagini e narrative da parte di alcuni attori significativi (autonomia di giudizio);
  • elaborare un discorso autonomo sulla trasformazione dell’ordine internazionale e quindi sulle condotte dei principali attori, integrando nella riflessione le ricadute sistemiche attese di queste anche in un’ottica di responsabilità/accountability (autonomia di giudizio);
  • far leva sulle differenti competenze trasversali sviluppate — in particolare capacità di analisi originale, autonomia di giudizio, problem solving, lavoro di gruppo orientato al risultato, comunicazione scritta e orale — per attivare le conoscenze acquisite in contesti professionali e per scopi diversi (abilità comunicative e di diversa natura; capacità di apprendere con un elevato grado di autonomia).

 

At the end of the course students are expected to

-  refer the interpretations of the prospects of the new global order to the different schools of IR, in particular as far as the conduct of the new global players and of the traditional stakeholders is concerned (knowledge and understanding); 

-  be able to identify the main issues raised within the ongoing debate on the transformation of the international order (knowledge and understanding);

-  master the essential analytical tools to assess such issues critically (applying knowledge and understanding);

-  discuss critically: a) the representations which often influence the different interpretations by decision-makers; b) the active role which significant actors play in the production of images and narratives (making judgements);

-  articulate an autonomous discourse on the evolution of international order and the conduct of the main actors involved  (making judgements);

-  put at work the trasferable skills developed or enhanced during the course in order to apply such knowledge to different professional areas and purposes (communication and other trasferable skills, lifelong learning skills); 

Oggetto:

Programma

 

Il programma di lavoro si articola in due parti.

La trasformazione dell’ordine internazionale sarà affrontata nella prima parte (6-8 lezioni) dell’insegnamento attraverso la presentazione critica e la discussione guidata di quei concetti, elaborati nel tempo dalle diverse scuole delle Relazioni internazionali, che vengono oggi utilizzati per rendere conto degli sviluppi in corso. Questo esercizio consentirà alle studentesse e agli studenti meno esperti di accostarsi progressivamente al dibattito contemporaneo sulle prospettive dell’ordine internazionale, mentre chi abbia già maturato una formazione più consolidata contribuirà immediatamente a una lettura consapevole del ruolo dei diversi strumenti di analisi nella comprensione della natura del cambiamento.

Questa prima parte si concluderà con un esercizio che associa lavoro individuale e di gruppo. Alle studentesse e agli studenti sarà chiesto di applicare gli strumenti analitici acquisiti per individuare una dimensione problematica del cambiamento dell’ordine internazionale, confrontarsi in piccoli gruppi e quindi rendere la propria interpretazione attraverso uno scritto breve (500 parole, attività valutata).

La seconda parte dell’insegnamento sarà dedicata a esplorare, attraverso letture, confronto tra pari e discussioni guidate, le dinamiche dell’ordine in termini di inclusione/esclusione, continuità/cambiamento, riforma/superamento del multilateralismo come principio organizzativo di un futuro ordine globale, cooperazione/conflitto. Saggi e studi consentiranno di analizzare criticamente le posizioni del dibattito esperto e le posizioni dei principali attori: nuovi global players, come la Cina, e tradizionali stakeholder dell’attuale ordine, quali Stati Uniti e Unione Europea.

Questa seconda parte si concluderà con un lavoro di gruppo volto alla stesura di un Report policy-oriented e alla sua presentazione (attività valutata).

Durante l’insegnamento è previsto il monitoraggio, da parte degli studenti, di uno o più blog sulla politica internazionale e la restituzione in aula (attività valutata).

Il piano di lavoro dettagliato – che terrà conto del numero degli studenti frequentanti – e la bibliografia verranno messi a disposizione all'inizio delle lezioni.

Le nozioni fondamentali oggetto di verifica saranno indicate nel Syllabus.

The programme includes two modules.

The transformation of international order will be addressed in the first module of the course (6 to 8 classes), through a critical presentation and guided discussion of main concepts put forward by the different IR schools. This initial part of the course will allow students who do not have a specific IR background to become familiar with the contemporary discourse on the international order. Students with an advanced IR background, on the other hand, will at the same time deepen their critical understanding of different analytical tools.

The first module of the course will end with a first groupwork and related writing exercise: students will be required to apply the analytical tools developed in the first weeks to shed light on critical aspects of current international order, discuss in small groups their argument and then write a short essay (500 words, graded activity).

The second module of the course will be devoted to explore the trends in the evolution of the new global order through guided discussions of assigned readings. Main topics are: the prospects of cooperation vs conflict; persistence/overcoming of multilateralism as organizing principle of the new global order; focus on the main actors, such as the new global players, as China, and the traditional stakeholders of the present order, such a the United States and the European Union.

The second module of the course will end with a teamwork exercise which will lead to the writing of a structured policy report and its presentation (graded activity).

During the whole course students will be involved in the monitoring of a blog on world politics and the presentation and discussion of its contents (graded activity).

The detailed workplan and bibliography, according to the number of participants in class activities, will be handed out to students during the first classes.

Fundamental concepts students must be familiar with at the end of the course will be listed in the Syllabus.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Il corso si svolgerà con modalità interattive volte a stimolare il coinvolgimento degli studenti e delle studentesse in varie forme. Sono previste esercitazioni di lettura attiva, discussioni tra pari e guidate, elaborazione di scritti di diverso formato, presentazioni, lavori di gruppo.

Tutte le attività saranno condotte con l’ausilio di strumenti utili a favorire l’autovalutazione delle studentesse e degli studenti in funzione di una crescente autonomia e, più in generale, del rafforzamento delle competenze trasversali indicate nei Risultati di apprendimento attesi.

Le modalità di insegnamento illustrate richiedono, da parte dei frequentanti, una partecipazione attiva e costante alle lezioni.

The course will be structured so as to stimulate the active involvement of students. It will include active reading, guided discussions, writing of papers of different size and format, oral presentations, teamwork.

Given the workplan of the course, attending students are required to participate on a regular basis.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Frequentanti

La verifica dell’apprendimento prevede:

a) una prova semi-strutturata (domande aperte a risposta breve), proposta al termine del corso, sui contenuti di testi e documenti discussi a lezione, per accertare il livello di padronanza delle nozioni fondamentali - dettagliate nel Syllabus - e la capacità di organizzare discorsivamente la conoscenza, a partire dalla qualità dell’esposizione (competenza nell’impiego del lessico specialistico, efficacia, linearità) (10 punti su 30).

Una occasione di recupero è offerta in ogni sessione di esami successiva durante un appello ufficiale.

b) un breve saggio (2000 parole), da consegnare entro l’inizio della sessione di esami invernale, volto a valutare: 1) capacità di organizzare discorsivamente la conoscenza; 2) capacità di ragionamento autonomo/critico sullo studio realizzato; 3) capacità di applicare gli strumenti di analisi in modo originale, ovvero di elaborare idee originali; 4) qualità dell’esposizione (competenza nell’impiego del lessico specialistico, efficacia, linearità) (15 punti su 30, soglia minima per superare l’esame 8/15).

c) la valutazione delle attività svolte in aula, specificate in Programma e Modalità di insegnamento. Fino a 5 punti verranno attribuiti come segue: 2 punti massimo in base all’efficacia dimostrata per ciascuno dei due esercizi che prevedono lavoro di gruppo e scrittura; 1 punto per la presentazione. I parametri di valutazione applicati sono i medesimi via via indicati per agevolare l’autovalutazione.

 

Non frequentanti

La verifica dell’apprendimento prevede:

a) una prova scritta semi-strutturata (domande aperte a risposta breve) sui contenuti dei testi 1, 2 e 3 (vedi Testi consigliati) per accertare il livello di padronanza delle nozioni fondamentali e la capacità di organizzare discorsivamente la conoscenza, a partire dalla qualità dell’esposizione (competenza nell’impiego del lessico specialistico, efficacia, linearità) (20 punti su 30). È necessario aver superato questa prova per accedere all’esame orale;

b) un esame orale sui testi 1, 2 e 3 (vedi Testi consigliati, 10 punti su 30). La valutazione della prova orale avverrà sulla base dei seguenti parametri: 1) capacità di organizzare discorsivamente la conoscenza; 2) capacità di ragionamento autonomo/critico sullo studio realizzato; 3) capacità di applicare gli strumenti di analisi in modo originale, ovvero di elaborare idee originali; 4) qualità dell’esposizione (competenza nell’impiego del lessico specialistico, efficacia, linearità).

Le studentesse e gli studenti non frequentanti che desiderino preparare l’esame sui medesimi testi degli studenti frequentanti sono invitati a prendere contatto con la docente per ricevere qualche indicazione su come affrontare i saggi presenti nella reading list che verrà pubblicata nell’area del sito riservata al Materiale didattico all’inizio dell’insegnamento.

Le studentesse e gli studenti che hanno diritto a un trattamento individualizzato sono invitate/i a prendere contatto con la docente all’inizio delle lezioni per condividere le esigenze specifiche.

International and Erasmus students may prepare for examinations and take them in English.

Students regularly attending the course:
a) a test (short aswers) on the main concepts and approaches discussed during the classes (10 points out of 30); evaluation criteria: knowledge of and capability to apply the concepts listed in the Syllabus; wruitten communications skills.


b) a 2000 word essay to be handed in at the end of the course with the purpose of assessing critical thinking and writing skills  (15 points out of 30, minimum to pass the exam 8 out of 15);

c) different class actvities will also be graded (max 5 points; 2 points for each activity including group work and writing, 1 point presentation).

Students not regularly attending the course:


a) a test (short answers) on the main concepts and approaches discussed during the classes on texts 1. 2 and 3 (see suggested texts) (20 points out of 30); evaluation criteria: knowledge of and capability to apply the concepts listed in the Syllabus; wruitten communications skills.

b) an oral examination on texts 2 and 3 to assess critical thinking and oral communication skills (10 points out of 30).

Oggetto:

Attività di supporto

Le diverse competenze trasversali verranno coltivate attraverso presentazioni dedicate ed esercitazioni. In particolare saranno offerte occasioni di lettura attiva guidata per favorire la discussione in aula.

Le studentesse e gli studenti interessati avranno a disposizione tutorial individuali per discutere con la docente la scaletta del proprio saggio, prima della stesura, e così saggiare la propria capacità di elaborare un argomento e sostenerlo in modo efficace (in funzione di un rafforzamento della capacità di autovalutazione).

 

 

 

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

All’inizio delle lezioni, le studentesse e gli studenti frequentanti riceveranno la bibliografia di riferimento, comprensiva di saggi, contributi in volumi, documenti reperibili su siti istituzionali e di centri di ricerca.

Le studentesse e gli studenti non frequentanti prepareranno tre letture da scegliere seguendo le indicazioni riportate di seguito:

1) Allo scopo di acquisire dimestichezza con gli strumenti analitici e i nodi problematici relativi alla trasformazione dell’ordine internazionale contemporaneo

G.J. Ikenberry, Leviatano liberale. Le origini, la crisi e la trasformazione dell’ordine mondiale americano, trad. it Utet, Torino 2013. (Si raccomanda l'utilizzo della versione originale G.J. Ikenberry, Liberal Leviathan. The Origins, Crisis and Trasformation of the American World Order, Princeton University Press, Princeton 2012.)             

2) e 3) – per esercitarsi elaborare un discorso autonomo sul cambiamento dell’ordine mondiale osservando in modo critico l’applicazione degli strumenti analitici a diversi temi e casi di studio – a scelta fra:

Acharya, A., Constructing the Global Order. Agency and Change in World Politics, Cambridge University Press, Cambridge 2018.

Allison, Destined for War. Can America and China Escape Thucydides’s Trap?, Scribe, London 2017.

Ayres, Our Time Has Come. How India is Making its Place in the World, Oxford University Press, Oxford 2018.

Walt, S.M., The Hell of Good Intentions. America's Foreign Policy Elite and the Decline of U.S. Primacy, Farrar, Straus and Giroux, New York 2018.

Grygiel, Mitchell, The Unquiet Frontier. Rising Rivals, Vulnerable Allies and the Crisis of American Power, Princeton University Press, Princeton 2016.

Le studentesse e gli studenti sono invitati a consultare la docente se desiderano essere assistiti nella scelta.

Students regularly attending classed will study on the materials provided during the course. A reading list will be posted together with a calendar of activities after the first class.

Students who will not regularly attend classes

Students will study 3 texts as follows:

Text 1
 G.J. Ikenberry,  Liberal Leviathan. The Origins, Crisis and Trasformation of the American World Order, Princeton University Press, Princeton 2012.


Texts 2 e 3 selected among the following:

Acharya, A., Constructing the Global Order. Agency and Change in World Politics, Cambridge University Press, Cambridge 2018.

G. Allison, Destined for War. Can America and China Escape Thucydides's Trap?, Scribe, London 2017.

A. Ayres, Our Time Has Come. How India is Making its Place in the World, Oxford University Press, Oxford 2018.

Walt, S.M., The Hell of Good Intentions. America's Foreign Policy Elite and the Decline of U.S. Primacy, Farrar, Straus and Giroux, New York 2018.

J.J Grygiel, A.W. Mitchell, The Unquiet Frontier. Rising Rivals, Vulnerable Allies and the Crisis of American Power, Princeton University Press, Princeton 2016.

Students may ask for advice while selecting the texts for the exam.

Oggetto:

Note

Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    23/09/2019 alle ore 12:00
    Chiusura registrazione
    13/12/2019 alle ore 12:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 04/11/2019 17:40
    Location: https://www.didattica-cps.unito.it/robots.html
    Non cliccare qui!