Vai al contenuto pricipale

Corso di laurea magistrale in Comunicazione, ict e media

Classe di laurea LM-59: SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA, D'IMPRESA E PUBBLICITA'
Coorte: 2019 (Anno Accademico 2019/2020)
Tipo di laurea: biennale
Tipo di accesso: accesso libero, 50 riservati a studenti stranieri contingentati e 5 a studenti cinesi aderenti al Programma "Marco Polo"

Corso tenuto in italiano

Sede didattica: Torino
Dipartimento di riferimento: Culture, Politica e Società
Dipartimento associato: Economia Cognetti de Martiis
Dipartimento associato: Informatica
Open day: in fase di aggiornamento

Presentazione del corso di laurea magistrale nel portale Universitaly (scheda SUA)

Il corso di laurea intende formare laureati in grado di operare nella comunicazione di imprese, enti pubblici e locali, associazioni. Copre un'ampia gamma di finalità: servizi commerciali, turistici, di responsabilità sociale e ambientale; servizi pubblici alla collettività (sanità, beni culturali, formazione, amministrazione pubblica); organizzazione del lavoro interno e nelle reti di imprese; nuovi servizi informatizzati per rendere le città "smart". Offre basi di conoscenza sociologica ed economica e necessarie a cogliere la domanda di comunicazione e lo sviluppo delle sue tecnologie e insegnamenti di informatica e professionalizzanti utili per progettare le risposte pratiche a queste domande.

L'obiettivo formativo del corso di studi è formare un laureato in grado di gestire processi di comunicazione e diffusione di conoscenza e informazione in e per aziende private e pubbliche, pubblica amministrazione ed enti locali (sanità, turismo, beni culturali, servizi commerciali) mediati da ICT o in grado di progettare, in collaborazione con informatici, dispositivi e servizi comunicativi che impieghino ICT (web, web of things, applicazioni) utili alla smart city e nella convergenza dei media classici sulla rete.

Funzione in un contesto di lavoro:
Il corso di studi intende formare laureati in grado di operare nella comunicazione di imprese, enti pubblici e locali, associazioni. Copre un'ampia gamma di finalità: servizi commerciali, turistici, di responsabilità sociale e ambientale; servizi pubblici alla collettività (sanità, beni culturali, formazione, amministrazione pubblica); organizzazione del lavoro interno e nelle reti di imprese; nuovi servizi informatizzati per rendere le città 'smart'.

Competenze associate alla funzione:
Il corso di studi offre basi di conoscenza sociologica ed economica, necessarie a cogliere la domanda di comunicazione e lo sviluppo delle sue tecnologie, e insegnamenti di informatica e professionalizzanti utili per progettare le risposte pratiche a queste domande. Intende, inoltre, sviluppare una particolare competenza sui processi che veicolano conoscenza e cultura a fini organizzativi, di servizio collettivo, e di promozione di territori e di valori sociali.

Sbocchi professionali:

Professioni della comunicazione pubblica, sociale e d'impresa, per la promozione del territorio, svolte in ruoli che richiedono autonomia, capacità di analisi di pubblici e mercati, pianificazione. Ruoli professionali di diffusione della conoscenza mediante reti in ambito organizzativo e al servizio di utenze collettive, con particolare attenzione al miglioramento dell'accessibilità.

Obiettivi formativi

L'obiettivo formativo complessivo è formare un laureato in grado di governare e pianificare con autonomia processi di gestione della conoscenza e di comunicazione interna ed esterna di aziende private e pubbliche (es. aziende socio-sanitarie, aziende di servizio pubblico locale, agenzie per il turismo e per la valorizzazione di beni culturali, servizi collettivi), nonché nella pubblica amministrazione e negli enti locali (nelle figure previste dalla L.150/2000), operando presso queste aziende e amministrazioni o nell'ambito di studi professionali e neoartigianali che lavorano per esse. Le stesse competenze sono utilizzate anche per la produzione di servizi informativi e servizi collettivi informatizzati rivolti alla cittadinanza con modalità interattive e immersive (web of things) propri della smart city che utilizza le ICT a fini di sostenibilità ambientale e coesione sociale. Intende perciò sviluppare una particolare competenza sui processi che veicolano conoscenza e cultura a fini organizzativi, di servizio collettivo e di promozione di territori e di valori sociali.

REQUISITI DI AMMISSIONE E MODALITA' DI ISCRIZIONE
(Regolamento didattico del corso di studi in Comunicazione, I.C.T. e Media,  articolo 3)

Vengono date per acquisite un’adeguata capacità di utilizzo dei principali strumenti informatici (elaborazione di testi, utilizzo di fogli elettronici di calcolo, progettazione e gestione di database, utilizzo di strumenti di presentazione) ed un’adeguata conoscenza della lingua italiana e di una lingua straniera (capacità di comunicare in modo soddisfacente, abilità di lettura e ascolto anche collegate alla comunicazione accademica).

Il Corso di Laurea magistrale in Comunicazione, ICT e media è ad accesso non programmato, ma l’iscrizione potrà avvenire solo previo superamento di una prova finalizzata a verificare l’adeguatezza della personale preparazione dei candidati. Per poter accedere alla prova di verifica è preventivamente richiesto il possesso di una laurea triennale della classe ministeriale L-20 (Scienze della comunicazione). I candidati in possesso di una laurea triennale in altra classe potranno comunque accedere alla prova di verifica della personale preparazione se hanno maturato, nel corso della laurea triennale o come corsi singoli, almeno 12 cfu in uno o più dei seguenti settori scientifico-disciplinari: inf/01, ing-inf/05, sps/07, sps/08, secs-p/01, secs-p/02, secs-p/07, secs-p/08. A tutti gli studenti è inoltre richiesto avere sostenuto almeno 3 crediti in una lingua straniera dell'Unione Europea o in assenza presentare una certificazione almeno di livello B1.

Le materie oggetto della prova finalizzata alla verifica dell’adeguatezza della personale preparazione sono le seguenti (per TUTTI i candidati, indipendentemente dai cfu posseduti e dalla laurea triennale di provenienza):

1) SOCIOLOGIA:
- istituzioni di sociologia generale
- fondamenti di metodologia della ricerca sociale
- teorie dei mass media
- sociologia della comunicazione online
- società dell’informazione e digital divide

2) INFORMATICA:
- architettura hardware degli elaboratori, software e sistemi operativi;
- reti di calcolatori, Internet, protocolli;
- HTML5, CSS;
- database relazionali: modello Entità-Relazione, progettazione logica, SQL
- principi di base dei linguaggi di programmazione (strutture dati, strutture di controllo);
- sviluppo di applicazioni web: PHP, o un’altra tecnologia server-side, come Java, Python, ecc., per gestire l’interazione con i form e con i database;
- principi di progettazione concettuale in UML di una applicazione informatica

3) ECONOMIA:

Microeconomia:

  • La produzione dell’impresa e i suoi costi
  • Le forme di mercato: monopolio, oligopolio e concorrenza monopolistica

Economia dell’impresa e dei settori:

  • Il concetto di settore e i suoi confini
  • Il ciclo di vita del settore
  • L’evoluzione dei paradigma industriali

Economia e tecnologie digitali:

  • Introduzione all’informazione come bene economico: caratteristiche e implicazioni

Le prove si svolgeranno periodicamente, previa comunicazione nel sito del Dipartimento di Culture, politica e società, alla presenza di almeno tre docenti del corso di Laurea magistrale.

Per l’anno 2019-2020 sono previste tre prove, nelle seguenti date (le aule, in ogni caso presso il CLE, saranno comunicate successivamente):

venerdì 11/10 ore 13.00

venerdì 8/11 ore 13.00

venerdì 6/12 ore 13.00


Le prove consisteranno in quindici (5+5+5) domande a risposta multipla e sei (2+2+2) domande aperte su argomenti di sociologia, informatica ed economia. La valutazione avverrà attribuendo i seguenti punteggi:

  • domande a risposta multipla: 2 punti per ogni risposta esatta
  • domande aperte: 5 punti al massimo

Sarà considerata sufficiente per l'iscrizione alla laurea magistrale la preparazione di quei candidati che avranno totalizzato almeno 30 punti su 60.

Il tempo massimo a disposizione sarà di 2 ore.

In sintesi, per iscriversi è necessario superare due passaggi:

1) possesso dei requisiti curriculari minimi: laurea triennale L-20 oppure almeno 12 cfu in uno o più dei settori indicati. Il possesso di questi requisiti è condizione necessaria e sufficiente (non sono necessari ulteriori colloqui) per accedere al secondo passaggio.

2) prova di verifica della personale preparazione, sugli argomenti indicati. Il superamento della prova è condizione necessaria e sufficiente per potersi iscrivere alla laurea magistrale. Chi non supera la prova NON potrà iscriversi.

L’iscrizione alle prove di verifica della personale preparazione avviene a partire da settembre e senza scadenze prefissate, semplicemente inviando una mail all’indirizzo cime@unito.it, allegando alla mail stessa il piano degli studi sostenuto nel corso della laurea triennale e/o ogni altra documentazione utile alla verifica dei requisiti curriculari minimi di cui al punto 1) sopra.

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA PER LA PREPARAZIONE DELLA PROVA DI ACCERTAMENTO DELLA PERSONALE PREPARAZIONE:

 Per SOCIOLOGIA:

- Manza, Arum e Haney “Progetto sociologia. Guida all’immaginazione sociologica”, Pearson , seconda edizione 2018;

con particolare attenzione ai seguenti temi: l'immaginazione sociologica e la teoria sociale; modernità e postmodernità; attori e sistemi sociali, micro  e macro livelli; interazione sociale e struttura sociale; cultura, media e comunicazione; mercati, organizzazioni e lavoro; tecnologia e sviluppo; stratificazione sociale, disuguaglianza e povertà; genere e disuguaglianze; famiglie e vita familiare; religione; razzismo e migrazioni; devianza e controllo sociale.

- Corbetta P. Metodologia e tecniche della ricerca sociale, seconda edizione, Bologna, il Mulino 2014. Capp. 2-5, 7 (solo parr. 1-3), 9, 11, 13 (solo parr. 1, 3, 5, 6), 14 (solo parr. 1-2)

- L. Paccagnella “Sociologia della comunicazione”, Il Mulino, Bologna, 2010

Per INFORMATICA:

- Su start@unito.it: https://start.unito.it/course/view.php?id=35

- Dennis P. Curtin, Kim Foley, Kunal Sen, Cathleen Morin. Informatica di base. McGraw Ill, 2016. [Capitoli: 2 (tranne 2.17), 3, 4, 5, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 15]

- Guida HTML5 (https://www.w3schools.com/html/)

- Guida CSS (https://www.w3schools.com/css/)

- Navathe, Elmasri. Sistemi di basi di dati – Fondamenti. Pearson [Capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10]

- Stepp, Miller, Kirst. Web Programming, Step by Step (II Edition), www.webstepbook.com [Capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 13, 14]

- Fowler. UML distilled. Pearson [i capitoli che riguardano: introduzione a UML; progettazione e use cases (diagrammi di use case, class, sequence, collaboration, activity); il concetto di algoritmo e diagramma di flusso strutturato. I numeri dei capitoli corrispondenti a questi argomenti variano nelle diverse edizioni]

 

Per ECONOMIA:

- Per la parte di Microeconomia: N. Gregory Mankiw (2016), L'Essenziale di Economia, Zanichelli (VI edizione italiana): capp. 4, 5, 12, 13, 14, 15, 16

- Per la parte di Economia dell’impresa e dei settori: Luca Dezi (2010), L’Impresa. Economia, Governo, Gestione, CEDAM: capp. 2 (paragrafi 1-6 compresi) e 3

- Per la parte di Economia e tecnologie digitali: Carl Shapiro e Hal Varian (1999), Information Rules. Le Regole dell’Economia dell’Informazione, Etas: capp. 1 e 2.

INFORMAZIONI GENERALI:

 Tutte le informazioni ufficiali generali sull’iscrizione ai corsi di laurea magistrali dell’Università di Torino, comprese le varie scadenze, sono consultabili all’indirizzo:

https://www.unito.it/didattica/immatricolazioni-e-iscrizioni/iscrizione-corsi-di-laurea-magistralespecialistica-ad

Di norma le iscrizioni si aprono a settembre e si chiudono a fine dicembre. Le date precise vengono pubblicate sul sito ufficiale indicato sopra.

Informazioni ufficiali specifiche sul corso di laurea CIME si trovano all’indirizzo:

http://www.didattica-cps.unito.it/do/home.pl/View?doc=corsi_di_studio/produzione_comunicazione/presentazione.html

Ogni domanda di carattere amministrativo (procedure, scadenze, iscrizioni, stage, tirocinii, eccetera) può essere rivolta a Vittorio Piantà vittorio.pianta@unito.it

Il corso di laurea è presente con una propria fan page ufficiale su Facebook, gestita da alcuni studenti selezionati e sotto la guida e il coordinamento di alcuni docenti, che pubblica spesso informazioni aggiornate e altri contenuti utili per i nostri studenti:

https://www.facebook.com/ComunicazioneICTMedia/

Sempre su Facebook esistono inoltre diversi gruppi chiusi del tutto informali e non ufficiali, autonomamente creati e gestiti dagli studenti del corso di laurea.

FAQ – Frequently Asked Questions:

Q – Come faccio a iscrivermi alle prove di verifica della personale preparazione?

A – è sufficiente mandare una mail (al più tardi, il giorno prima della prova) a cime@unito.it con allegato il piano di studi della triennale con l’elenco degli esami sostenuti

Q – Se non supero la prova di ottobre, posso presentarmi nuovamente a quella di novembre o dicembre?

A – Sì

Q – Non ho ancora discusso la tesi triennale, posso lo stesso presentarmi alle prove?

A – sì, ai fini dell’iscrizione ciò che importa è possedere la laurea triennale entro la scadenza del termine ultimo per le iscrizioni, fissato a metà dicembre.

Q – I 12 cfu minimi richiesti per potersi iscrivere alle prove di verifica delle personale preparazione, possono essere raggiunti anche come somma di più esami e/o più settori scientifico-disciplinari?

A – Sì, per esempio possono essere 6 cfu di sps/07 (sociologia generale) e 6 cfu di inf/01 (informatica)

Q – Non posso frequentare le lezioni perché lavoro, è possibile studiare a distanza?

A – La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, ma è fortemente raccomandata, in particolare per alcuni insegnamenti di informatica. Questo corso di studio inoltre non è progettato e non ha le risorse per garantire l’apprendimento a distanza. Alcuni studenti riescono a laurearsi anche senza frequentare le lezioni, ma questo significa perdere le migliori opportunità offerte da questo corso di studio.

Q – Ho letto che il corso di studio magistrale in Comunicazione, Ict e Media è ad accesso libero e non a numero programmato, allora come mai è necessario un test di ammissione?

A – La prova di verifica della personale preparazione è prevista e necessaria per l’iscrizione a qualsiasi laurea magistrale dell’Università di Torino. Alcuni corsi di laurea costruiscono questa prova sotto forma di colloquio orale, mentre CIME prevede unicamente un test scritto. L’obiettivo non cambia ed è quello di verificare che tutti gli studenti abbiano una preparazione di base minima comune, da cui partire per gli insegnamenti della laurea magistrale. Non essendo a numero programmato, non esiste per CIME un numero massimo prefissato di studenti che potranno essere iscritti. Potranno iscriversi tutti coloro che totalizzeranno al test almeno 30 punti su 60.

 

Docenti designati per i colloqui pre-iscrizione 2019/20

Requisiti di ammissione per studenti internazionali    ita1.png    eng1.png

Presentazione della domanda di ammissione preliminare, per la verifica della personale preparazione, alla struttura didattica di riferimento secondo i calendari e le modalità rese note sui siti delle medesime nel rispetto delle scadenze amministrative di Ateneo

Compilazione on line domanda di immatricolazione: entro le scadenze compila on-line la domanda di immatricolazione, effettuando il login sul portale di Ateneo con le credenziali (username e password) ottenute in seguito alla registrazione al portale e accedi alla MyUniTO. 

Dopo aver effettuato il login alla MyUniTO, dal menu "Iscrizioni", seleziona la voce "Allegati carriera" ed effettua l'upload dei seguenti documenti:

  • domanda di immatricolazione compilata e firmata in tutte le sue parti;
  • ricevuta del versamento della tassa contributi universitari;
  • esclusivamente per i corsi di laurea magistrale afferenti al Dipartimento CPS,  il nulla osta rilasciato dal docente che attesti il possesso dei requisiti curriculari per l'iscrizione.

Altre attività – TAF F 
(art. 10, comma 5, lettera d, DM 22 ottobre 2004, n. 270)

Le “Altre attività formative”, collocate nel TAF F del piano carriera, possono essere:

  • attività - in special modo laboratori - attivate dai Corsi di Studio e presenti nell’offerta formativa, nel piano carriera ed esplicitamente codificate (ad esempio CPS0000) per un minimo di 3 cfu (e per suoi multipli);
  • attività,  non esplicitamente codificate né dichiarate nel piano carriera, ma che possono essere riconosciute dal Corso di Studio e registrate nel piano carriera per un minimo di 3 cfu. Queste attività possono comprendere: seminari, convegni, giornate di studio, seminari di ricerca, workshop, in Italia o all’estero; attività organizzate dalle studentesse e dagli studenti con docenti del Dipartimento come referenti; attività di approfondimento, ricerca, collaborazione con associazioni di volontariato; altre attività non espressamente previste.

Modulo di registrazione Altre attività

Esami a scelta libera – TAF D 
(art. 10, comma 5, lettera a, DM 22 ottobre 2004, n°270)

Studentesse e studenti sono tenuti a compilare on-line il piano carriera durante le finestre di modifica per ciascun anno di regolare iscrizione secondo le regole di scelta.

Nella regola del piano carriera dedicata a esami a scelta libera, chiamati anche crediti liberi, Taf D, è possibile inserire una o più delle seguenti attività formative:

  • Esame/i: selezionare uno o più insegnamenti di pari livello dall'intera offerta formativa di Ateneo, purché coerenti con il progetto formativo;
  • Laboratori/o: selezionare una o più attività laboratoriali di pari livello dall'offerta formativa di Dipartimento, purché coerenti con il progetto formativo;
  • Tirocini e stage: selezionare una o più attività di tirocinio (3, 6, 9 o 12 cfu), solo nel caso in cui non vi siano più crediti disponibili nell'ambito Altre attività, Taf F. Lo svolgimento del tirocinio è soggetto alle norme pubblicate alla pagina dell'Ufficio Job Placement.

Per ulteriori informazioni, si consiglia di contattare il referente amministrativo del proprio Corso di studi.

Esami sovrannumerari – TAF D 

In conformità al D.R. 98 del 17/01/2018 "Regolamento delle carriere studentesche" è possibile inserire nel piano carriera attività didattiche non previste dall'offerta formativa legata alla coorte di appartenenza per il conseguimento del titolo finale (cosiddetti esami in sovrannumero che NON rientrano nel computo della media di laurea), entro i seguenti limiti:

  • fino a un massimo di 60 cfu oltre i 180 previsti per il conseguimento della laurea;
  • fino a un massimo di 40 cfu oltre i 120 previsti per il conseguimento della laurea specialistica/magistrale;
  • fino a un massimo di 100 cfu oltre i 300/360 previsti per il conseguimento della laurea specialistica/magistrale a ciclo unico.

Modulo per la richiesta

Per ulteriori informazioni, si consiglia di contattare l’Ufficio Didattica e Servizi agli Studenti Polo CLE.

Gli studenti che pervengano ad un corso di studio del Dipartimento in esito a una procedura di passaggio/trasferimento/seconda laurea possono effettuare domanda di riconoscimento dei crediti conseguiti nella carriera precedente. Lo Sportello didattico POLO CLE di dipartimento è disponibile ad effettuare una valutazione preliminare della carriera pregressa finalizzata al riconoscimento crediti per la nuova iscrizione. 
Il riconoscimento di un esame è soggetto alla valutazione dei contenuti del programma richiesto per il sostenimento dell'esame stesso. Al momento dell'iscrizione possono essere valutati quali crediti formativi universitari anche esami sostenuti da più di 10 anni rispetto al conseguimento del titolo di studio precedente, laddove sia dimostrato il possesso di adeguate conoscenze in virtù dell'esercizio delle relative competenze.
Si è ammessi al I anno se vengono convalidati fino a 40 cfu della precedente carriera accademica; si è ammessi, di contro, ai corsi di studio al II anno se vengono convalidati più di 40 cfu della precedente carriera accademica. Ogni caso è comunque soggetto a valutazione del Consiglio di corso di studio, che potrà andare in deroga a questa disposizione di carattere generale.

Integrazione esami
Qualora i crediti formativi degli esami sostenuti nella carriera pregressa e convalidati siano inferiori a quelli dei corrispondenti esami dell'offerta formativa, il Consiglio di Corso di studio assegnerà un'integrazione. Il docente titolare dell'insegnamento parzialmente riconosciuto concorderà con lo studente il programma da portare all'esame per l'integrazione, sulla base del numero di crediti mancanti valutando il programma dell'esame sostenuto.
Condizione necessaria per ottenere l'integrazione è la piena corrispondenza fra ssd dell'esame convalidato e ssd dell'insegnamento del piano di studi. L'integrazione non potrà essere superiore alla metà dei cfu previsti dall'esame: es. esame da 9 integrazione max da 4, esame da 6 integrazione max da 3).

Chi deve presentare la domanda di valutazione carriera tramite tabella di riconoscimento crediti?
Coloro che si trovino in una delle seguenti condizioni:

  • Passaggio interno all'Ateneo: gli studenti già iscritti ad un corso di studio dell'Università degli Studi di Torino che abbiano presentato online la domanda di passaggio ad uno dei cds del Dipartimento di Culture, Politiche e Società entro le scadenze amministrative dell'a.a. 2019/2020;
  • Passaggio da un ordinamento all'altro: gli studenti già iscritti ad un corso di studio del Dipartimento di Culture, Politiche e Società che abbiano avviato la procedura per il passaggio al nuovo ordinamento (es. dal DM 509/99 al DM 270/04), entro le scadenze amministrative dell'a.a.2019/2020;
  • Trasferimento in ingresso: gli studenti provenienti da un corso di studio di un altro Ateneo che abbiano avviato, entro le scadenze amministrative dell'a.a. 2019/2020, la procedura per il trasferimento ad uno dei cds del Dipartimento di Culture, Politiche e Società;
  • Abbreviazione di carriera: gli studenti già in possesso di un titolo di laurea che si iscrivono con abbreviazione carriera ad uno dei cds del Dipartimento di Culture, Politiche e Società che intendano chiedere la convalida di crediti per il riconoscimento degli esami conseguiti nella precedente carriera universitaria; Si consulti l'art. 6.2 Contributi per servizi amministrativi del Regolamento Tasse e contributi a.a. 2019/20
  • Rivalutazione carriera: gli studenti decaduti, rinunciatari o che abbiano interrotto gli studi,  che intendano immatricolarsi ad un corso di studio e vogliano richiedere il riconoscimento della precedente carriera universitaria. Si consulti l'art. 6.2 Contributi per servizi amministrativi del Regolamento Tasse e contributi a.a. 2019/20

Cosa occorre consegnare in sede di presentazione della domanda di valutazione carriera?
Gli studenti sono invitati a presentarsi con:

  • modulo di valutazione carriera (tabella di riconocimento crediti) debitamente compilato
  • autocertificazione con esami scaricabile da MyUnito (se studente già iscritto all'Università di Torino)
  • autocertificazione con esami sostenuti nel precedente corso di studio (completa di denominazione esame, numero cfu e ssd).

Dove presentare la domanda di valutazione carriera?
Lo Sportello didattico POLO CLE effettua, su richiesta, una valutazione preliminare della carriera pregressa finalizzata al riconoscimento crediti per la nuova iscrizione.

Come si svolge la procedura di valutazione carriera?
Il referente dello Sportello didattico POLO CLE procederà alla disamina della carriera pregressa, successivamente sottoporrà la richiesta alla Commissione preposta del cds che valuterà la richiesta. La pratica approvata verrà poi inviata alla Segreteria studenti, dove sarà visionabile e si dovrà firmare per accettazione della convalida nei casi di II lauree, riconoscimento crediti carriere pregresse italiane ed estere (a seguito di decadenza, interruzione, rinuncia).
Si consiglia allo studente di conservare una copia di quanto presentato.
Nella pagina dedicata del sito verrà pubblicato, di volta in volta, l'elenco delle valutazioni carriera trasmesse alla Segreteria Studenti.

Nei casi di richiesta di abbreviazione di carriera per riconoscimento di crediti precedentemente sostenuti (iscrizione a seconda laurea/passaggio/trasferimento), lo studente è tenuto a compilare la tabella di riconoscimento crediti da sottoporre al referente del corso di studio, insieme con un'autocertificazione degli esami sostenuti. Il referente esaminerà la situazione di ogni singolo studente e procederà ad aiutarlo nella compilazione della domanda; ove necessario chiederà all'interessato un supplemento di documentazione. Infine il referente sottoporrà la pratica alla Commissione Piani di studio che valuterà e, nel caso, approverà la richiesta di riconoscimento crediti. Il referente trasmetterà successivamente il piano di studi approvato alla Segreteria Studenti.

Tabelle di riconoscimento crediti:

I passi da compiere, dopo aver scaricato la tabella di riconoscimento crediti, sono:

  1. Inserire gli esami sostenuti con il settore scientifico-disciplinare (ssd) nella quarta colonna della tabella, verificando che il ssd dell'esame inserito rientri nell'ambito disciplinare (seconda colonna) e che il limite minimo di cfu di ogni ambito (terza colonna) sia rispettato. Nella quinta colonna inserire i crediti dell'esame sostenuto; convenzionalmente gli esami annuali degli insegnamenti appartenenti al  Vecchio Ordinamento quadriennale sono riconosciuti per 10 CFU. Gli esami di cui si chiede il riconoscimento possono essere frazionati all'interno dei vari ambiti disciplinari; tale procedura è indispensabile quando gli esami sostenuti differiscono per cfu dagli esami previsti nell'Offerta formativa del CdS. 
    Gli esami riconosciuti conservano il voto originario pertanto andranno a concorrere alla media ponderata finale; si consiglia quindi di utilizzare (quando possibile) gli esami con la votazione migliore.
  2. In corrispondenza di ogni esame inserito nella quarta colonna occorre barrare gli esami indicati nella sesta colonna (per indicare che non saranno più da sostenere). Sempre nella sesta colonna, che rappresenta l'Offerta formativa del CdS e contiene tutti gli esami presenti nel Piano di Studi, si devono sottolineare gli esami che si intendono sostenere (in caso di scelta multipla) e indicare l'eventuale esame a scelta libera.
  3. Una volta indicati tutti gli esami sostenuti e da sostenere e i relativi crediti formativi, occorre calcolare la somma dei cfu sostenuti e da sostenere e scriverli nell'apposito spazio. Il modulo interamente compilato sarà sottoposto alla Commissione Piani di Studio, la quale valuterà le richieste di convalida; successivamente verranno comunicati gli esiti del riconoscimento con pubblicazione sul sito web alla pagina Esiti richieste studenti.

La Commissione Piani di Studio si occupa esclusivamente della valutazione didattica del riconoscimento degli esami. 
Le procedure relative all'iscrizione, alle richieste di passaggio e trasferimento, alla rivalutazione della carriera sono a carico dello studente.
Qualora lo studente sia in possesso di titolo straniero e intenda chiedere il riconoscimento degli esami deve seguire le modalità di immatricolazione e iscrizione per studenti internazionali.

 Esiti richieste riconoscimento    paper.png

Modulo di autocertificazione titolo di studio ed esami  pdf.png

Modulo modifica Piano vecchio ordinamento (DM 509/99) -  2016/2017

I LAUREANDI IN COMUNICAZIONE PER LE ISTITUZIONI E LE IMPRESE DM 509/99 DEVONO PRESENTARE LA SCHEDA DI APPROVAZIONE DEL PIANO CARRIERA ALLA SEGRETERIA STUDENTI ALMENO DUE MESI PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI LAUREA, AL FINE DI VERIFICARE LA CORRETTEZZA DEL PERCORSO FORMATIVO

visualizza l'allegato

Dottorati di ricerca

Il Dipartimento è coinvolto nell'organizzazione dei seguenti Dottorati di ricerca:

- Mutamento Sociale e Politico, in convenzione con l'Università di Firenze (sede amministrativa Torino): link

- Sociologia e metodologia della ricerca sociale, in convenzione con l'Università degli Studi di Milano (sede amministrativa Milano): link

- Social and Political Change, nato dalla trasformazione del dottorato in "Sociologia e Studi Politici" e attivato per il 29° ciclo: link

Scuola di Dottorato in Scienze Umane e Sociali          

 

Master      

Il Dipartimento è coinvolto nell'organizzazione dei seguenti Master universitari di I e II livello: link   

Ultimo aggiornamento: 30/09/2019 13:15
Location: https://www.didattica-cps.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!